L'Agcom: "proposte di recensioni a pagamento per gli hotel, fenomeno grave e dannoso"

Dopo la compravendita emersa su TripAdvisor, Il presidente Cardani risponde all'onorevole Arlotti. Sollecitata anche l'Autorità per la concorrenza

Il “mercato” delle recensioni a pagamento proposte agli hotel è “un fenomeno diffuso e assai grave, in danno dei consumatori”. Lo riconosce Angelo Marcello Cardani, presidente dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, rispondendo alla lettera che il deputato PD riminese Tiziano Arlotti gli aveva inviato nei giorni scorsi per segnalare il problema. Il 7 marzo centinaia di alberghi della Riviera romagnola avevano infatti ricevuto una lettera firmata da Tripadvisor Go (non collegata al  noto sito internet di recensioni di hotel e ristoranti) che afferma di occuparsi di “ottimizzare il posizionamento di hotel e ristoranti nei siti di recensioni come Tripadvisor”. E si era trattato solo dell'ultimo caso di una lunga serie di vicende simili già più volte segnalate dall’Associazione Albergatori, da Federalberghi e dall’Unione Nazionale Consumatori, ed oggetto anche di interrogazioni parlamentari da parte di Arlotti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Il presidente dell'Agcom afferma che il comportamento economico del consumatore può essere alterato dalla presenza di informazioni non veritiere su di un sito che, prospettandosi come la più grande community di viaggiatori, si presume renda un servizio assolutamente imparziale ed affidabile – riferisce il deputato -. Si tratta di vere e proprie pratiche commerciali scorrette. Per questo mi sono già attivato anche presso Giovanni Pitruzzella, presidente dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato. A fine 2014 l'Autorità aveva comminato una multa di 500mila euro a Tripadvisor proprio per la presenza di false recensioni sul sito. Ritengo che ora l'Agcm si debba attivare per affrontare l'intero fenomeno e garantire ai consumatori che le loro scelte non possano essere influenzate da recensioni derivanti da abusi e falsificazioni che non garantiscono la tracciabilità e l'affidabilità di chi esprime il giudizio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento