La Croce Rossa Italiana di Rimini ricorda Catia Semprini

Il ricordo della volontaria, prematuramente scomparsa lo scorso anno, avvenuto nel corso di una lezione informativa sulle manovre di disostruzione delle vie aeree pediatriche

Serata all’insegna della memoria di Catia Semprini, Istruttrice Basic Life Support Defribillation (e Pediatric BLSD) e di Manovre Salvavita Pediatriche, quella organizzata dal comitato riminese della Croce Rossa Italiana presso l’Oratorio degli Artisti. E non è un caso che il ricordo della volontaria, prematuramente scomparsa lo scorso anno, sia avvenuto nel corso di una lezione informativa sulle manovre di disostruzione delle vie aeree pediatriche, in una sala nella quale decine di papà e di mamme desideravano imparare come comportarsi nel caso in cui un bambino subisce l’ostruzione delle vie aeree a causa di un corpo estraneo. Per loro, oltre alle informazioni teoriche, è stata strutturata la possibilità – attraverso la creazione di due aree per lattanti e di due per bimbi più grandi – di provare a mettere in pratica le manovre di disostruzione illustrate nel corso della lezione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Manovre che proprio Catia Semprini ha insegnato a tantissime persone nel suo ruolo di Istruttrice CRI, particolarmente attenta e sensibile proprio in ambito pediatrico, pur essendo volontaria poliedrica (ad esempio aveva anche il brevetto di operatore per il soccorso in acqua). Contesto, pertanto, decisamente opportuno per il Commissario CRI Daniele Marano per riferire anche ai presenti dell’impegno di Catia Semprini e per consegnare una targa ricordo al marito della volontaria ricordata Ivan Tonelli e al padre Angelo Semprini. Tre mazzi di rose bianche e rosse, confezionate con il simbolo della Croce Rossa, sono stati invece donati alla mamma Celeste, alla sorella Mendi e alla figlia Federica. A sua volta la famiglia Semprini ha donato alla Croce Rossa Italiana una grossa targa, segno di un indissolubile legame con l’Associazione. Momenti che non hanno mancato di toccare le corde della commozione anche nei presenti in sala, tra i quali non tutti conoscevano la persona o l’operato di Catia Semprini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento