Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Ladri, spacciatori ed evasi, superlavoro dei carabinieri di Riccione

Fine settimana impegnativo per i militari dell'Arma che hanno arrestato 3 persone e denunciate a piede libero altre 20 nel corso di due giorni

Fine settimana decisamente impegnativo per i carabinieri di Riccione che, durante il fine settimana, hanno arrestato 3 persone e denunciate a piede libero altre 20 nel corso di due giorni. In particolare, a finire in manette, è stato un 32enne napoletano residente a Coriano, già noto alle forze dell'ordine e sottoposto al regime degli arresti domiciliari lo scorso novembre. L'uomo è stato pizzicato dai carabinieri mentre, al volante della propria vettura, stava rientrando a casa. Bloccato e portato in caserma, è stato arrestato con l'accusa di evasione. Arrestato per spaccio un 17enne di Reggio Emilia sorpreso, all'interno di una vettura parcheggiata presso una nota discoteca della collina riccionese, mentre confezionava degli stupefacenti da rivendere all'interno del locale. I carabinieri gli hanno sequestrato 7 dosi di ketamina e 8 di Mdma e, dopo gli accertamenti di rito in caserma, è stato trasferito nel centro di prima accoglienza di Bologna dove si trova agli arresti. Deve invece rispondere di rapina un 22enne marocchino, già noto alle forze dell'ordine, autore di un colpo ai danni di un ragazzo ravennate. Il nordafricano, infatti, si era impossessato del cellulare e del portafogli dell'italiano che si trovava all'interno di una discoteca della collina e che, con l'aiuto degli amici, era poi riuscito a mettersi in contatto con il 112. I carabinieri, già all'interno del locale, hanno bloccato lo straniero trovandolo in possesso della refurtiva e facendo scattare le manette ai polsi del 22enne.

E' invece stato denunciato a piede libero un 57enne residente a Cattolica notato, dai militari dell'Arma, mentre si trovava in sella a una bicicletta in piazza Roosvelt. Alla vita della pattuglia, l'uomo ha cercato di fuggire ma è stato bloccato dai carabinieri i quali, dopo averlo acciuffato, hanno scoperto che la due ruote era stata rubata a una donna cattolichina mentre, l'uomo, è stato deferito per ricettazione. Devono rispondere sempre di ricettazione altri 4 ragazzi, un 20enne albanese residente a Torino, un 57enne residente a Monza, un 30enne residente a Brescia e un 32enne napoletano residente a Riccione, trovati dai carabinieri in piazzale Roma a Riccione con vari telefoni cellulari risultati rubati nel corso del week end e che, successivamente, sono stati tutti restituiti ai proprietari.

Deve rispondere di truffa una 23enne napoletana, già nota alle forze dell'ordine, che aveva pubblicizzato su Facebook la vendita di un i-Phone 6. A rispondere all'inserzione è stato un riccionese che, dopo aver inviato 300 euro sulla carta PostePay della partenopea, non aveva mai ricevuto il cellulare e si era quindi rivolto ai carabinieri per sporgere denuncia. Fermata per un controllo stradale in viale Milano, a Riccione, una 27enne residente a Forte dei Marmi ha iniziato a dare forti segni di nervosismo tanto che, i militari dell'Arma, hanno deciso di perquisire la vettura. Nascosta in un sacco di plastica, all'interno del bagagliaio, i carabinieri hanno trovato una macchina cambiamonete appena rubata all'interno di un bar di Misano Adriatico.

Denunciato a piede libero per evasione un uomo residente a Misano Adriatico, già noto alle forze dell'ordine, in quanto durante il controllo di rito dei carabinieri non è stato trovato presso il suo domicilio. Sempre denunciati a piede libero anche due uomini, un pesarese e uno di Motegridolfo, con le accuse di trasporto e raccolta rifiuti ferrosi senza iscrizione all’albo nazionale gestori ambientali. I due sono stati sorpresi dai carabinieri a bordo di un autocarro, carico di rifiuti ferrosi prelevati presso una ditta di Riccione, mentre si dirigevano verso la loro ditta per depositarli e successivamente commercializzarli. Nel corso del fine settimana numerosi anche i controlli con l’etilometro con 10 violazioni penali per guida in stato di ebbrezza ad altrettanti automobilisti che avevano alzato troppo il gomito prima di mettersi al volante, per loro è scattato anche il ritiro della patente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri, spacciatori ed evasi, superlavoro dei carabinieri di Riccione

RiminiToday è in caricamento