Letteratura, infermiera si aggiudica la medaglia del Presidente della repubblica

Per la sezione poesia, primo premio, medaglia del Presidente della Repubblica e pubblicazione per Angela Caccia, di Cutro (Crotone), con la raccolta “Barche di carta

Nell'ambito della manifestazione “Esportiamoci 2012”, evento sportivo e culturale dedicato alle persone seguite nei centri di salute mentale di tutt'Italia, in corso a Viserba (e che si conclude lunedì 3 settembre), nella serata di mercoledì si è svolta la premiazione del concorso letterario “Insanamente”.

Giunto alla sua seconda edizione il premio, organizzato in collaborazione tra il Dipartimento di Salute Mentale dell'A.USL e “Fara Editore” e con la sponsorizzazione del Lions Club di Cattolica, ha per tema la scrittura come cura e si divide in due sezioni: prosa e poesia. Molte numerose, quest'anno, le opere pervenute da tutt'Italia. I vincitori delle due sezioni si sono aggiudicati la medaglia del Presidente della Repubblica, consegnata mercoledì sera dal presidente della Provincia Stefano Vitali che ha presenziato all'intera serata presso il bar dello stabilimento balneare Marinagrande di Viserba, e l'impegno della casa editrice a pubblicare l'opera.

Nella sezione di prosa, per la quale erano richiesti racconti brevi, la giuria ha premiato Sofia Urbinati, infermiera riminese classe 1961, che ha presentato un'opera in cui, con linguaggio realistico ma allo stesso tempo poetico, ha descritto la professione infermieristica, oggi e come veniva svolta a fine '800, agli albori. Sofia Urbinati è coordinatrice infermieristica dell'Unità Operativa di Medicina Interna II dell'Ospedale “Infermi” di Rimini, fa parte del gruppo di studio regionale sulla professione Animo ed è impegnata nel progetto dell'A.USL di Rimini sul tema “Medicina Narrativa”.

Titolo del racconto, “Di notte un'infermiera”. Sempre per la sezione prosa ex aequo per il secondo posto. Si tratta di Oreste Bonvicini di Casal Cerelli (Alessandria) con l'opera “Un'inspiegabile infermità” e di Antonella Marani, medico dell'emergenza di Imola, con “Trattato tragicomico sulla tosse”. Terzo posto per un'altra operatrice aziendale, la dottoressa Caterina Staccioli del Sert, con “Ciao Beppe”. Per la sezione poesia, primo premio, medaglia del Presidente della Repubblica e pubblicazione per Angela Caccia, di Cutro (Crotone), con la raccolta “Barche di carta”. Secondo posto per Marco Mastromauro di Novara con “Due poesie”, e terzo classificato “Il punto della situazione e altre poesie”, raccolta di Vincenzo Celli: commerciante riminese classe 1960.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento