menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Litiga con la compagna e cerca di farsi arrestare, ma "incassa" una multa per aver violato il coprifuoco

Una storia bizzarra che ha per protagonista un 26enne trovato in giro per la città in piena notte

Ha quasi dell'incredibile la storia che vede protagonista un 26enne di Verona che, dopo avere litigato con la sua compagna, decide venerdì sera di andare via di casa, ma forse non sapendo dove andare, essendo notte fonda, chiama la polizia e cerca di farsi arrestare. Alle forze dell'ordine avrebbe detto di non farcela più, "venitemi a prendere, arrestatemi". Una richiesta che tenta di rendere concreta raccontando di avere a suo carico un ordine di carcerazione per aver spaccato nell’agosto del 2018 il vetro di un’auto in sosta.

Quando la pattuglia arriva in via Curiel, il 26enne è in strada. I poliziotti controllano subito se ci sono pendenze a sua carico, ma non risulta niente. C'è un particolare però che il giovane non considera, è notte, sono quasi le 3 e sta violando il coprifuoco. La polizia quindi l'unica cosa che può fare è sanzionarlo. Una multa di 400 euro per avere violato le misure restrittive anticontagio. Si trova fuori dalla sua abitazione senza un giustificato motivo e dove è stato invitato a tornare non potendo girare per la città.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Soap brows, la nuova tendenza per sopracciglia perfette

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento