rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Cronaca

Picchiata e offesa per anni, l'ex compagno violento condannato

La vittima ha subìto per oltre 6 anni le angherie dell'uomo che aveva iniziato a massacrarla di botte fin da quando era incinta

E' stato condannato a 4 anni di reclusione, 6 quelli chiesti dal pubblico ministero Davide Ercolani, oltre al risarcimento della vittima per 20mila euro un 38enne riminese finito sul banco degli imputati con l'accusa di maltrattamenti in famiglia nei confronti della ex e difeso dall'avvocato Piero Ippoliti. Una vicenda di soprusi e violenze che era emersa nel 2021 quando la vittima, dopo l'ennesimo pestaggio e costituitasi parte civile con l'avvocato Veronica Magnani, era fuggita dall'abitazione e trovato il coraggio di denunciare la vita d'inferno che andava avanti da oltre 6 anni. La donna, infatti, aveva raccontato agli inquirenti che il 38enne aveva iniziato ad alzare le mani su di lei fin dal 2014 quando era incinta di loro figlio e in una escalation di violenze la situazione era peggiorata di giorno in giorno. A scatenare l'ira dell'uomo era la folle gelosia che questi aveva nei confronti della moglie che, dai ripetuti insulti, era sfociata in pestaggi in piena regola.

"Ti schianto a mazzate", le urlava il compagno riempiendola di schiaffi e pugni alla testa, fino ad arrivare a mettere a soqquadro l'appartamento in cerca di un fantomatico cellulare usato dalla donna per nascondere dei tradimenti inesistenti. Alle ripetute minacce di morte, che accompagnate alle percosse hanno fatto temere per la propria vita, la vittima aveva deciso di lasciare la casa che condivideva col compagno e insieme al figlio andare a vivere dai propri genitori ma l'abbandono aveva moltiplicato la furia del 38enne. L'uomo, infatti, era arrivato a presentarsi sul luogo di lavoro della donna minacciandola di farla licenziare per poi "dare fuoco alla casa" con la promessa che "non ti lascerò mai in pace". Un comportamento andato avanti fino al novembre del 2021 quando il marito si era presentato nuovamente nella nuova abitazione della vittima per aggredirla e a dare l'allarme preoccupati dalle urla erano stati i vicini che avevano chiamato i carabinieri che in quell'occasione avevano arrestato il 38enne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiata e offesa per anni, l'ex compagno violento condannato

RiminiToday è in caricamento