rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Cronaca Zona Fiera / Viale Euterpe

Il maxi cantiere si fa sentire, con via Euterpe chiusa viabilità spesso in tilt. "Allo studio dei correttivi"

Con l'avanzamento del cantiere sull'Adriatica disagi inevitabili, ma migliorare si può. L'assessora Frisoni: "La polizia locale sta valutando come organizzare la circolazione con soluzioni temporanee, specialmente in concomitanza con gli eventi al Palacongressi"

Gli effetti del maxi cantiere sulla Statale 16 si fanno sentire sul traffico cittadino. Specialmente da quando è stata chiusa alla circolazione via Euterpe. Un’arteria che nella prima fase del cantiere sull’Adriatica era stata fondamentale per sollevare un po’ di traffico. La chiusura, che proseguirà fino al 2024, sta creando disagi non indifferenti. Con lunghe code in molti punti della viabilità cittadina. Un tema annunciato da tempo e inevitabile, anche se l’amministrazione tenterà di porre dei correttivi. Lo ha spiegato l’assessora Roberta Frisoni nel corso dell’ultimo consiglio comunale, in risposta alle interrogazioni della Lega.

Rispondendo alle interrogazioni dei consiglieri Marchei e De Sio in tema di viabilità, l’assessora Frisoni ha proprio fatto il punto su quali misure l’amministrazione sta pianificando per accompagnare i cantieri della Statale 16, con particolare riferimento alla chiusura di via Euterpe. Gli uffici della mobilità, lavori pubblici e polizia locale stanno passando al vaglio alcune soluzioni da mettere in campo dall’autunno, sia attraverso interventi migliorativi sia attraverso l’adeguamento della segnaletica verticale.

In particolare, “la polizia locale – ha spiegato l’assessora - sta valutando come organizzare la circolazione con soluzioni temporanee, specialmente in concomitanza con gli eventi al Palacongressi”. Parallelamente l’ufficio lavori pubblici “sta proseguendo nella predisposizione di alcuni interventi puntuali. Stiamo lavorando ad esempio la rotatoria tra via Bassi e via Tripoli, dove adesso c’è solo una corsia di immissione da sud verso la rotatoria, creando invece due punti di immissione. Una progettualità già prevista e che ora abbiamo chiesto di velocizzare. Ma ce ne saranno altri, atti ad attutire i disagi del traffico nel periodo transitorio della chiusura di via Euterpe”.  

“Non condividiamo l’idea di creare un’arteria di collegamento tra Via della Fiera e Via Abruzzi/Via Fantoni (proposta Marchei, ndr), in quanto si andrebbe ad attraversare e invadere le aree verdi del Parco non risolvendo le questioni di viabilità, e aumenta il volume di traffico in un’area residenziale”.

Rispetto alla proposta di un'apertura “straordinaria di un accesso a senso unico, dalla SS16 su Via Pomposa per chi deve accedere al Garden e alle scuole Bertola e nei civici circostanti"(Marchei) l’assessora Frisoni ha spiegato che “sarebbero necessari degli espropri, una progettualità e tempi di realizzazione che non collimano con i tempi di gestione del cantiere di via Euterpe, che comunque sarà limitato nel tempo”.

Contrarietà espressa anche all'idea di eliminare temporaneamente la ciclabile verso via Roma (lungo le vie Settembrini e Giuliani), "una proposta irricevibile, in quanto si tratta di una pista ciclabile utilizzatissima, anche in autunno dagli studenti e dai lavoratori".

Alcuni degli altri punti toccati dall’assessora Frisoni nella risposta alle interrogazioni: "Attualmente Società Autostrade, per il cantiere della rotatoria sulla SS72 sta concentrando le lavorazioni su parti esterne alla viabilità vera e propria, forse meno visibili. All'interno della rotatoria ad esempio sono andate avanti le lavorazioni inerenti i tre sottopassi ciclopedonali collegati con via Bidente. Sono proseguite le lavorazioni del tombino idraulico in adiacenza alla pista e parte dell'anello di rotatoria che ha permesso da poco di spostare il traffico e procedere con un'altra fase importante che permetterà di completare la direttrice verso San Marino dalla SS16".  

"Sul lato via Euterpe le lavorazioni hanno subito come noto uno slittamento legato al tragico evento dell'ottobre 2022 – conclude l’assessora -. A seguito di quell’episodio Aspi inoltre ha richiesto un innalzamento degli standard di sicurezza su tutti i cantieri che hanno portato la ditta esecutrice Cbr ad adeguare i campi operativi e a modificare alcune procedure. E questo lo hanno fatto nel tempo, tant’è che non avete visto interruzione dei cantieri negli altri punti.  Contemporaneamente a seguito dell'incidente è stato avviato un tavolo con l'ASL, il quale doveva dare parere favorevole per la ripartenza dei lavori su Via Euterpe. Questo tavolo si è concluso nel mese di giugno e solo dopo le lavorazioni potevano riprendere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il maxi cantiere si fa sentire, con via Euterpe chiusa viabilità spesso in tilt. "Allo studio dei correttivi"

RiminiToday è in caricamento