Meccanico con l'hobby del tombarolo, sequestrati reperti storici e residuati bellici

Un vero e proprio tesoro di monete e monili che vanno dal I al XX secolo oltre a bossoli di artiglieria di vario calibro e cartucce da guerra

Si è conclusa nella tarda serata di lunedì l’ennesima operazione dei carabinieri della Stazione di Saludecio che ha portato al ritrovamento di nuovi oggetti di interesse storico culturale. Questa volta ad essere denunciato a piede libero è stato è stato un pesarese 48enne residente nella Valconca, carrozziere di professione e tombarolo per hobby. Dopo una lunga perquisizione domiciliare, estesa anche ai locali dell’autofficina di Tavullia, i militari hanno riportato alla luce il suo tesoretto accumulato negli anni, nel corso di domeniche trascorse nell’entroterra romagnolo in compagnia del suo metaldetector.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli oggetti ritrovati, tutti di interesse storico archeologico, sono risultati risalenti a diverse epoche storiche: 108 medagliette religiose databili dall’epoca moderna contemporanea XVI - XX secolo; 1 spilla in metallo del XX secolo; 8 crocifissi in bronzo databili tra il XVII ed il XX secolo; 10 anelli di cui 2 in oro databili dall’epoca moderna contemporanea XII - XX secolo; 22 monete databili dall’epoca moderna contemporaneaXVII e XVIII secolo; 54 monete, contenute in un raccoglitore, databili dall’epoca III a.c. e XVIII secolo; 147 monete, contenute in un raccoglitore, databili dall’epoca romana e moderna contemporanea dal I al XX secolo; 228 monete, contenute in un raccoglitore, databili tra il 1859 ed il 1942; 62 monete, contenute in un raccoglitore, degli inizi  del XX secolo; contenitore con vari elementi in rame e bronzo databili dal XV al XX secolo; contenitore con vari elementi in ferro dall’epoca romana sino al XX secolo; 2 monete romane in bronzo del I-II secolo; 37 bossoli di artiglieria di vario calibro; numerose cartucce da guerra, rese inerti, risalenti al secondo conflitto mondiale. Al termine di tutte le attività degli inquirenti, il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro e custodito dall’Arma di Saludecio in attesa delle prossime decisioni della magistratura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cimici: 4 rimedi naturali per allontanarle da casa

  • Lo storico negozio annuncia la sua chiusura sui social dopo 54 anni di attività

  • Regolamento di conti per droga sfocia in tentato omicidio: giovane lotta per la vita, due arresti

  • Fare la spesa, dove si risparmia a Rimini

  • Assalto esplosivo al bancomat, danni al Comune: "Uno scenario da guerra"

  • Coronavirus, in quarantena due classi di un liceo riminese: slitta l'inizio della scuola

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento