Minaccia il gesto estremo, fermato dai carabinieri dopo un lungo inseguimento

Momenti di tensione nel pomeriggio di domenica dopo che l'uomo ha lasciato la sua casa al termine di un furioso litigio domestico

Domenica pomeriggio di apprensione, nell'entroterra riccionese, per un 46enne che ha minacciato di farla finita. Secondo quanto emerso l'uomo, residente nella Valconca, al termine di un litigio famigliare in preda a una forte agitazione ha lasciato la sua abitazione in auto minacciando il gesto estremo. E' scattato l'allarme e, sul posto, sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Riccione che, dopo aver raccolto la descrizione dell'auto con cui si era allontanato, hanno iniziato le ricerche. Nel frattempo, col suo cellulare, l'aspirante suicida ha iniziato a messaggiare con amici e parenti reiterando le sue intenzioni di farla finita. Solo nella prima serata, grazie al segnale del telefonino, i carabinieri sono riusciti ad individuare il 46enne che si muoveva tra Rimini e Riccione nella zona del Marano. Le Gazzelle sono intervenute sul posto e, dopo aver intercettato l'auto, è iniziato un breve inseguimento fino a Miramare dove il veicolo è stato fermato. L'uomo, ancora in preda a una forte agitazione, è stato portato nella caserma dei carabinieri di Riccione e, successivamente, al pronto soccorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento