Misano celebra la Liberazione e ricorda il bombardamento del 29 giugno 1944

Il sindaco Stefano Giannini nelle celebrazioni della liberazione sarà affiancato da Rodolfo Francesconi che leggerà un brano del suo libro “Quello che butta il mare”

Il sindaco Giannini

L'amministrazione comunale di Misano Adriatico celebrerà l’anniversario della Liberazione del nostro Paese dal nazifascismo con iniziative che avranno luogo in piazza della Repubblica. Anche quest’anno il 25 aprile a Misano verrà celebrato con un commento letterario di un episodio drammatico verificatosi nel periodo bellico. Lo scorso anno vi fu la lettura di brani del libro “i vicini scomodi“ di Roberto Matatia sulla tragedia ebraica, martedì il sindaco Stefano Giannini nelle celebrazioni della liberazione sarà affiancato da Rodolfo Francesconi che leggerà un brano del suo libro “Quello che butta il mare” appositamente ristampato per l’occasione. In particolare il brano rievoca uno dei passaggi più drammatici della storia di Misano, il bombardamento del 29 giugno 1994, proprio in piazza Repubblica, dove annualmente si tiene la celebrazione del 25 aprile, nel quale persero la vita, tre giovani: Paola, Pasquina e Jolanda. Ci furono anche numerosi feriti. Si tratta di un dramma ancora vivo nel ricordo dei vecchi misanesi. “Ritengo molto importante, per comprendere l’orrore del fascismo e della guerra, l’esposizione letteraria di pagine della nostra storia che raccontano quel dramma - dice il sindaco Stefano Giannini -. Ringrazio tutte le persone che saranno presenti alle celebrazioni tra cui i bambini dell’istituto comprensivo di Misano che avranno modo, ascoltando, di vivere episodi importanti della storia della loro città”.

Questo il programma

Ore 09,15 Posa corone di alloro ai Monumenti ai Caduti
davanti alla Sede Municipale, in località Misano Monte ed in piazzetta “Matatia”;

Ore 10 Santa Messa nella Chiesa Parrocchiale di Misano Mare in memoria dei Caduti delle guerre;

Ore 10,45 Il Coro Filarmonico “Le voci liriche” di Misano, sotto la direzione della professoressa Silvia Vico e accompagnata al pianoforte dal Maestro Antonio D’Abramo, col Patrocinio Morale dell’Associazione Emiliano Romagnola Cori, eseguirà canti legati alla guerra di resistenza e di liberazione ed alcuni brani tratti   dal repertorio lirico. Alla manifestazione parteciperanno anche gli alunni dell’Istituto Comprensivo di Misano Adriatico che insieme al coro, eseguiranno l’Inno Nazionale.

Ore 11,30 Discorsi commemorativi con Rodolfo Francesconi che leggerà un brano del suo libro “Quello che butta il mare”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento