Misano, il sindaco ordina la potatura di rami lungo la linea ferroviaria

Con ordinanza contingibile ed urgente firmata dal sindaco di Misano Adriatico, privati, proprietari di terreni a confine con le linee ferroviarie sono obbligati al più presto alla potatura di rami e al taglio di alberi

Con ordinanza contingibile ed urgente firmata dal sindaco di Misano Adriatico, privati, proprietari di terreni a confine con le linee ferroviarie sono obbligati al più presto alla potatura di rami e al taglio di alberi che possano rappresentare un pericolo per il regolare transito dei treni. E' quindi fondamentale tagliare le ramaglie e gli arbusti secondo le distanze di minime di sicurezza imposte da legge, che hanno come riferimento la più vicina rotaia della sede ferroviaria.

Secondo la normativa vigente lungo i tracciati delle ferrovie è vietato far crescere siepi, piante ed erigere muri di cinta e steccati o recinzioni in genere ad una distanza minore di 6 metri; è inoltre vietato destinare a zona boschiva i terreni adiacenti alle linee ferroviarie. Tutto ciò in funzione non solo della prevenzione della caduta di alberi o di rami e materiale inerte sulle rotaie, ma anche per evitare il propagarsi di incendi che possono interferire con la circolazione ferroviaria.

Per questo motivo tutti i proprietari di terreni limitrofi alla linea ferroviaria sono tenuti entro e non oltre 60 giorni dall'emanazione dell'ordinanza del primo marzo, a verificare ed eliminare i fattori di pericolo per caduta alberi e pericolo di incendio e sua propagazione.
Coloro che non rispetteranno tale ordinanza saranno passibili di sanzione amministrativa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

Torna su
RiminiToday è in caricamento