Parte la MotoGp tra caccia ai bagarini e eccezionali misure di sicurezza

Misano World Circuit presidiato dalle forze dell'ordine, già pizzicati diversi venditori abusivi di biglietti

E' iniziato venerdì mattina, al Misano World Circuit, il circus della MotoGp per il Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini tra caccia ai bagarini ed eccezionali misure di sicurezza. Come prima giornata, il colpo d'occhio del paddock è già quello delle grandi occasioni con migliaia di tifosi che sono arrivati per tifare i centauri in pista. Al di fuori dell'autodromo, invece, sono subito iniziati i presìdi della Guardia di Finanza per scoraggiare la presenza dei venditori abusivi di biglietti. Il dispositivo, messo in atto dai militari, è quello di contrastare l'acquisto in massa dei tagliandi e, allo stesso tempo, di prevenire la vendta degli stessi fuori dai circuiti ufficiali. Imponenti anche le misure di sicurezza per accedere all'impianto sportivo, con tutti gli accessi controlati dalle forze dell'ordine e dal personale della sicurezza. Blocchi di cemento agli ingressi e spettatori perquisiti per avitare che portino all'interno del Misano Corcuit oggetti pericolosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento