Misteriosa aggressione al semaforo: picchiato mentre era in moto

Un ucraino è stato costretto a ricorrere alle cure del pronto soccorso dopo essere stato preso a pugni mentre si trovava lungo la strada

Misteriosa aggressione nella notte tra domenica e lunedì dove, ad avere la peggio, è stato un cittadino ucraino che ha riportato la frattura della mandibola. Secondo quanto ricostruito, verso le 2 di notte i carabinieri sono intervenuti presso il pronto soccorso dell'Infermi dove era arrivato lo straniero con delle lesioni al volto. Il giovane ha riferito ai militari dell'Arma che, poco prima, era fermo a un semaforo in sella alla sua moto quando, due individui, lo hanno aggredito con una serie di pugni al volto. I sanitari, dopo averlo medicato, lo hanno dimesso con una prognosi di 30 giorni mentre, i carabinieri, sono al lavoro per scoprire l’identità dei due balordi e per accertare le reali motivazioni dell'aggressione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

Torna su
RiminiToday è in caricamento