Motonavi turistiche troppo vicine alle piattaforme, denunciati i comandanti

I militari della Capitaneria di Porto hanno tracciato le rotte dei natanti scoprendo gli illeciti al Codice della Navigazione

Sono stati denunciati alla Procura della Repubblica i comandanti di tre motonavi turistiche riminesi che, secondo le indagini dei militari della Capitaneria di Porto, hanno commesso degli illeciti al Codice della Navigaizone. I controlli, eseguiti nel corso dell'estate attraverso il sistema A.I.S. (Automatic Identification System) e “Pelagus” (software del Corpo delle Capitanerie di porto/Guardia Costiera per il monitoraggio del traffico marittimo), hanno fatto emergere come gli indagati avrebbero violato ripetutamente l’Ordinanza di Sicurezza Marittima n°17/2015 della Capitaneria di porto di Rimini. Dai tracciati del Gps, infatti, si è accertato come le motonavi turistiche avessero navigato a una distanza inferiore ai 500 metri dalle piattaforme metanifere e per una fascia di 250 metri lungo entrambi i fianchi delle condotte sottomarine, asservite alle stesse. I comandanti dovranno rispondere dell'Inosservanza di norme sulla sicurezza della navigazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: come ottenere il codice per vincere fino a 5 milioni di euro

  • Ristoranti aperti solo per i conviventi, Conte: "Chiediamo a tutti di rispettare le regole"

Torna su
RiminiToday è in caricamento