rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca Riccione

Nasce a Riccione il maxi camping, Tosi: “La più importante riqualificazione urbana dal dopoguerra”

Il Consiglio Comunale approva all’unanimità l’accordo operativo International Riccione Camping Village e Romagna Camping Village

La vacanza open air e all’avanguardia in un’area rinnovata della città diventa parte integrante dell’offerta turistica di Riccione. Ultimo passaggio ieri sera in Consiglio Comunale per l’accordo operativo “ International Riccione Camping Village e Romagna Camping Village” che andrà a rigenera radicalmente e riqualificare i campeggi affacciati in viale Torino. 25 milioni di euro di investimento per una superficie di 270.000 mq, 1.471 piazzole, 30 bungalow, 27 unità ricettive fisse, 4.300 mq per l’area ricettiva, 7.170 mq dedicati ai servizi interni ai camping. Sono questi i numeri che garantiranno a Riccione 7.000 nuovi posti letto e 300 nuovi posti di lavoro in un’aera situata sul lungomare a pochi passi sulla spiaggia con piscine per adulti e bambini, parchi acquatici, teatro per animazione all’aperto, ristoranti, zone fitness, mobilhome e bungalow. E tanto verde con 1100 nuove alberature sia all’interno dei campeggi che in viale Torino. L’area campeggi e via Torino sarà come un uno spazio green per pedoni, ciclisti e turisti.

Dal punto di vista procedurale, dopo aver acquisito il parere favorevole del Comitato Urbanistico di Area Vasta, rappresentato da Regione Emilia Romagna, Provincia di Rimini e Comune di Riccione, il Consiglio Comunale ha dato il via libera all’unanimità alla stipula, che avverrà entro dicembre dinnanzi al notaio, dell’accordo operativo presentato dopo manifestazione di interesse da parte del privato. La pubblicazione sul bollettino regionale prevista a gennaio sarà l’ultimo adempimento previsto per partire con la riqualificazione. L’area campeggi e via Torino diventerà uno spazio green per pedoni, ciclisti e turisti. Previsti infatti da parte del privato interventi di interesse pubblico con piste ciclabili, parcheggi pubblici, aree verdi ed un rinnovamento completo del lungomare di via Torino dove sorgerà una piazza quale nuova porta d’ingresso della città.

Grande soddisfazione per il sindaco Renata Tosi che ha detto “ Dopo un articolato percorso iniziato nel 2018 si concretizza la più importante e radicale riqualificazione urbana della città Riccione dal dopoguerra. Un grande risultato frutto della visione strategica che questa amministrazione sta portando avanti con determinazione allo scopo di affiancare e stimolare i privati ad investire a Riccione anche sul profilo tecnico e professionale fornito dai nostri uffici. Si tratta anche del primo accordo operativo approvato in Provincia di Rimini, approdato al Comitato Urbanistico di Area Vasta e che rappresenta un apripista alla attuazione degli accordi operativi, per cui ringrazio la Regione che ha dato un fondamentale apporto con la Legge Regionale 24/2017. Un obiettivo raggiunto dopo anni di lavoro di squadra con il privato e con tutti i soggetti preposti a partire, per il Comune di Riccione, dall’architetto Odetta Tomasetti del settore Urbanistica che, come sindaco e assessore con delega all’urbanistica ringrazio anche nome della Maggioranza, per la professionalità e il puntuale operato che hanno fatto sì di arrivare a questa grande opportunità di sviluppo data da oggi alla città”.

"Un progetto davvero avveniristico per Riccione - sottolineano Fabrizio Pullè e Sara Majolino, rispettivamente capigruppo di Noi Riccionesi e della Lista Civica Renata Tosi. - L’investimento non solo ridisegnerà tutti i Camping oggetto dell’accordo, trasformandoli in veri e propri villaggi vacanze all’aria aperta, ma, attraverso la cessione di circa tremila metri quadri alla Città, soprattutto sulla Via Torino, in ragione  degli importanti lavori previsti sull’area pubblica nell’Accordo, avremo finalmente completamente trasformato e ridisegnato l’ingresso di Riccione dalla zona Sud. E poi, ancora, strutture sportive all’interno dei Villaggi che potranno sssere utilizzate anche dai Riccionesi, anche dai “non clienti” delle strutture. Verranno piantumati più di 1.000 nuovi alberi, laddove il PSC delle sinistre prevedeva una cementificazione selvaggia di appartamenti ed hotel. Restituiamo a Riccione, con la collaborazione dei privati, un nuovo polmone verde della Città, capace di attrarre un nuovo mercato turistico più qualificato, e capace di dare, a regime, un’opportunità di lavoro a più di 300 persone. Grazie a Club del Sole S.r.l. per avere creduto nelle possibilità di sviluppo a Riccione, e di aver puntato sulla nostra Città in maniera così forte e decisa. Grazie a tutti i dipendenti del Settore Urbanistica del Comune; e permettete un ringraziamento particolare all’Architetto Odetta Tomasetti, responsabile della Pianificazione e Progettazione del Territorio del Comune, che è stata il perno centrale (ed insostituibile) dell’operazione in tutte le sue diverse sfacettature".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce a Riccione il maxi camping, Tosi: “La più importante riqualificazione urbana dal dopoguerra”

RiminiToday è in caricamento