Notte Rosa, Vescovi (Pd) attacca i consorzi: "Si fanno beffa del principio di 'insieme e territorio'”

Il consigliere dem difende l'evento dell'estate: "Non tutti gli hotel hanno la forza di chiamarsi fuori da una opportunità"

Dopo la chiamata fuori dalla Notte Rosa da parte consorzi riccionesi Family Hotel, Bike Hotel, Riccione Sport e Riccione Turismo i cui rispettivi presidenti si allineano con il sindaco Renata Tosi contraria all'evento, a difesa della pink week interviene il consigliere comunale del Pd della Perla Verde Sabrina Vescovi che, su Facebook, attacca la decisione bollandola come "La triste deriva dell’isolamento di Riccione". "La settimana rosa nel suo nuovo format ha fatto un grande salto di qualità - spiega l'esponente dem. - Coinvolgendo l’entroterra e scegliendo eventi di livello ha cambiato pelle.  Potente da un punto di vista comunicativo ed emblematica nella capacità di tenere insieme un territorio, che è anche destinazione e prodotto. A Riccione, il sindaco ha voluto eventi a calendario che richiamano il mondo delle disco e della notte. Eventi in cui l’assembramento è assicurato.  Un calendario scelto dal sindaco e dall’assessore al turismo ben prima che i medesimi eventi fossero inseriti con il suo benestare nel calendario della Notte Rosa. Mentre a Rimini c’è il concerto di Giovanni Allevi.  Insomma li avrebbe fatti ugualmente, con i rischi di assembramento connessi e che peraltro sono già una routine da settimane". 

"Come interpretare quindi la presa di posizione dei 4 presidenti dei consorzi? - si domanda la Vescovi. - Non si fidano evidentemente della gestione dell’ordine pubblico e degli inevitabili rischi connessi a questo evento da parte del sindaco della città. Decidono di farsi beffa del principio di “insieme e territorio” in cui abitualmente collaborano supportati dalla Regione Emilia Romagna che ne finanzia le attività e i progetti? Pensano “ingenuamente” che la notte rosa a Riccione possa essere “abolita” con questa dichiarazione? A tal fine del tutto inutile. Pensavano davvero che gli eventi delle Albe in controluce con dee jay set delle disco e la piazza di Radio Dee Jay già in programma nel calendario eventi Riccionesi ben prima della notte rosa li avrebbe tutelati dai rischi connessi? Gli assembramenti e i disordini pubblici di queste settimane guarda caso non li hanno attivati. Oggi si svegliano! Ma la settimana rosa ci sarà. Indipendemente da loro e da questa dichiarazione “pseudo secessionista”. Dovrebbe essere un grande evento collettivo finalizzato alla rinascita. 
E alla consapevolezza della propria identità:l’accoglienza. Perché osteggiarlo piuttosto che gestirlo? Sarebbe stato bene forse sostituire il comunicato stampa con un intervento di sollecito rivolto al sindaco affinché garantisse la partecipazione ai tavoli della prefettura per garantire un adeguato svolgimento della stagione turistica. Indipendemente da questa dichiarazione in ogni caso i consorzi, gli hotel e i ristoranti faranno giustamente il loro lavoro a beneficio della collettività". 

"Sarebbe straordinario - conclude il consigliere - se questa terra riuscisse, stando unita, a dimostrare che l’accoglienza può coesistere con la lotta al covid e il bisogno di sostenere l’economia locale. Ed è probabilmente anche quello che pensano alcuni dei loro associati. A leggere i loro messaggi questa posizione non è del tutto nota e  condivisa. 
Ma, malgrado le giuste preoccupazioni c’è chi capisce che la gestione è l’esatto opposto della contrapposizione. E che non tutti gli hotel sono family, bike o sport. Che non tutti gli hotel hanno la forza di chiamarsi fuori da una opportunità. Che non tutti gli hotel e i bar, i ristoranti e i commercianti hanno la forza di farcela da soli. Ma hanno bisogno di rappresentanti e dirigenti politici che sappiano gestire la complessità e i loro piccoli, ma non meno importanti, interessi. Ma la settimana di eventi della ride week o del MotoGP non li preoccupa? E le albe con Random?"

Sulla questione è intervenuta anche la segreteria del Pd di Riccione che, in una nota stampa, dichiara come "Lascia basiti la presa di posizione dei Presidenti di quattro club di prodotto di Riccione che, legittimamente sia chiaro, esprimono contrarietà rispetto allo svolgimento della Notte Rosa. La loro appare più come un’offerta di una stampella di supporto politico al sindaco Tosi anziché una scelta sostenuta da argomentazioni reali. Si legge che la decisione di svolgere gli eventi della Notte Rosa lungo l’arco di una settimana può compromettere la tenuta di target turistici come quello famigliare, sportivo e culturale. Non vi è mai stata traccia di eventi sportivi organizzati in città nel mese di agosto, tutti sanno infatti che essi solitamente si svolgono nella stagione primaverile fino alla metà di giugno e in parte in autunno. Non risulta nemmeno comprensibile come si possa affermare che viene messa in discussione l’offerta culturale della città. Quali eventi di carattere culturale sono messi a repentaglio dalla Notte Rosa? Forse la programmazione dello Spazio Tondelli che però ci risulta si effettui in inverno?"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Quelle dei quattro club di prodotto - prosegue la segreteria dem - appaiono come argomentazioni sterili e immotivate rispetto ad un evento salutato positivamente da tutti, categorie economiche, amministrazioni comunali, singoli operatori, da Comacchio a Cattolica. Mai come quest’anno il ‘fare sistema’ a livello romagnolo vale più di altre volte. Sappiamo tuti cosa ha significato la crisi sanitaria per l’economia turistica; tutti noi dovremmo aver presenti i timori che avevamo nei giorni del lockdown rispetto all’andamento di questa stagione turistica. Siamo ripartiti, chiaramente non a pieno regime e cercando di rispettare tutti i protocolli di sicurezza nei vari settori di attività. E così dovrà essere per la ‘settimana rosa’, i cui eventi avverranno in sicurezza e con il controllo delle autorità preposte; quello di quest’anno sarà certamente un modo di stare assieme diverso, ma pur sempre gioioso. Tra l’altro l’amministrazione comunale ha confermato la programmazione degli spettacoli di Radio Deejay, alcuni dei quali si svolgeranno proprio nella stessa settimana. Quindi da un lato si tende a remare contro l’evento e dall’altro di fatto a parteciparvi a pieno titolo. Una sorta di partito di lotta e di governo quello tosiano. Ci preme ricordare ai presidenti dei club di prodotto che il sistema turistico emiliano-romagnolo è divenuto una eccellenza perché si è giocato in squadra sempre e non soltanto nel momento della spartizione dei cospicui finanziamenti sulla promocommercializzazione che la regione mette in campo ogni anno". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nella mattinata, ragazzino perde la vita

  • Cimici: 4 rimedi naturali per allontanarle da casa

  • Si lascia cadere nel vuoto, gesto estremo di un ragazzo

  • Stroncato da un'overdose, giovane padre di famiglia ritrovato senza vita nel garage

  • Bellaria piange la scomparsa del 13enne, proclamato il lutto cittadino

  • Lo storico negozio annuncia la sua chiusura sui social dopo 54 anni di attività

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento