Brucia i rami e dà fuoco a un boschetto: il colpevole scoperto dai Carabinieri Forestali

Dopo numerosi episodi avvenuti a febbraio i Carabinieri Forestali hanno proporgato la "Fase di attenzione" e intensificato i controlli

Il rischio di incendi boschivi è ancora alto e, pertanto, i Carabinieri Forestali intensificano l’attività di controllo. Sono stati infatti frequenti nel mese di febbraio gli interventi su incendi di vegetazione, tra cui un incendio boschivo, nel Comune di Novafeltria, lo scorso 12 febbraio, per cui è stato individuato il colpevole. Tutta l’attività di controllo viene svolta in stretto contatto con i Vigili del Fuoco e i Volontari di Protezione Civile.

Il caso

I militari hanno individuato il colpevole dell'incendio alle porte di Novafeltria, che si era propagato per circa 300 metri quadrati in un boschetto di latifoglie. L'incendio era stato causato da un abbruciamento di materiale di potatura sfuggito al controllo della persona che lo aveva acceso e che sarà denunciata all’Autorità Giudiziaria per incendio boschivo colposo. Individuati altri 9 illeciti che hanno comportato la contestazione di altrettante sanzioni amministrative per un totale di 900 euro.

I controlli

E’ scattata il 14 febbraio scorso ed è stata prorogata fino al 5 marzo la “Fase di attenzione” per il pericolo incendi boschivi in Emilia-Romagna; la perdurante assenza di piogge, le temperature nettamente superiori alla media del periodo, la previsione di periodi ad intensa ventilazione e l’aumento degli incendi di vegetazione registrati nei giorni scorsi hanno indotto l’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile a deliberare la proroga della fase di “attenzione” per il rischio incendi nei boschi. Il provvedimento è stato firmato dal direttore dell’Agenzia, dopo una riunione operativa alla quale hanno partecipato i rappresentanti della Direzione regionale dei Vigili del fuoco, del Comando Regione Carabinieri Forestale e di Arpae Emilia-Romagna.

I Carabinieri forestali del Gruppo di Rimini segnalano sconsigliano di bruciare materiale vegetale e l’accensione di fuochi all’aperto in questo periodo; “in ogni caso gli abbruciamenti, esclusivamente di materiale vegetale di scarto, sono severamente disciplinati dal Regolamento Forestale regionale l’abbruciamento deve essere circoscritto e isolato con mezzi efficaci ad arrestare il propagarsi del fuoco, si deve procedere in assenza di vento e in giornate particolarmente umide, raggruppando il materiale in piccoli cumuli dandone obbligatoriamente comunicazione preventiva ai Vigili del Fuoco al Numero Verde regionale 800841051.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si prendono gioco di polizia e quarantena: sesso a 3 in strada davanti al comando

  • "Quelle strane coincidenze", Wuhan e Codogno vicini alla fiera del Sigep

  • Ristoratore stroncato da un improvviso malore nella sua abitazione

  • "Se curva epidemiologica non si abbassa, entro le prossime 2 settimane servono ospedali da campo"

  • Diminuiscono i nuovi contagiati. Venturi: "Faccio il tifo per Rimini, ha preso misure draconiane che danno risultati"

  • Lutto nella comunità di San Patrignano, si è spenta Maria Antonietta Muccioli

Torna su
RiminiToday è in caricamento