Vendono la playstation per comprarsi il fumo, stroncata rete di pusher

I clienti erano tutti ragazzini tra i 16 e i 19 anni residenti nella Valmarecchia, catturati dai carabinieri di Novafeltria 4 spacciatori

Maxi operazione dei carabinieri della Compagnia di Novafeltria, quella andata in scena all'alba di mercoledì, che ha portato all'arresto di 4 spacciatori, alla denuncia a piede libero di 27 persone e alla segnalazione di 51 assuntori di sostanze stupefacenti. Il blitz è partito alle 5 di mattina e ha visto all'opera 60 militari dell'Arma con il supporto delle unità cinofile. L'operazione, chiamata "Giardino", rappresenta la conclusione di una lunga indagine partita nel 2013 per contrastare il fenomeno dello spaccio e del consumo di sostanze stupefacenti nella Valmarecchia. A far partire l'inchiesta dell'Arma erano state alcune segnalazioni da parte dei residenti di Pietracuta i quali avevano riferito ai carabinieri di una serie di strani movimenti nel giardino antistante alla chiesa del paese.

Sospettando si potesse trattare di spaccio di stupefacenti, i militari dell'Arma avevano iniziato a tenere sotto controllo la zona e, in breve tempo, si era arrivati all'arresto di uno spacciatore con 30 grammi di hashish e di altri due pusher con mezzo chilo di marijuana. Nell'ottobre del 2014, i carabinieri hanno quindi depositato l'informativa alla magistratura e il pubblico ministero ha chiesto e ottenuto dal gip 5 ordinanze di custodia cautelare in carcere eseguite nella mattinata del 18 marzo. A finire in manette sono stati un 27enne tunisino residente a Pietracuta (per il quale è scattato il carcere), un marocchino 21enne residente a Poggio Torriana, un riminese 21enne e un santarcangiolese 23enne (tutti agli arresti domiciliari) mentre, la quinta persona, è riuscita a sfuggire alla rete dei carabinieri. Altre 27 persone, tra cui 2 minorenni, sono state denunciate a piede libero. Nel corso del blitz di mercoledì, i carabinieri hanno perquisito l'abitazione di un 24enne di Santarcangelo al cui interno era stata realizzata una serra per coltivare la marijuana. I militari dell'Arma hanno sequestrato 4 piantine e arrestato in flagranza il giovane.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le indagini hanno permesso di accertare che numerosi ragazzi, tutti residenti tra San Leo, Novafeltria, Santarcangelo e Rimini, si rivolgevano al gruppo per acquistare marijuana e hashish. Dei 51 consumatori segnalati alla Prefettura, 15 sono minorenni mentre, i maggiorenni, non arrivano ai 20 anni di età. Secondo quanto emerso, lo spaccio andava avanti già da parecchi anni e il modus operandi dei pusher era quello di offrire le prime dosi ai neofiti dello stupefacente per poi agganciarli e vendere loro le dosi successive. Molti ragazzini, per poter acquistare il "fumo", si erano ritrovati a dover vendere consolle e altri oggetti o a compiere piccoli furtarelli nelle loro abitazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento