menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nubifragio a Rimini, il Comune chiede al governo lo stato di calamità naturale

Mercoledì l'Amministrazione Comunale ha presentato al Governo e alla Regione Emilia Romagna ufficiale richiesta dello stato di calamità naturale, confidando anche nel supporto dei parlamentari riminesi.

Ad un evento eccezionale serve una risposta eccezionale. Per questo motivo il Comune di Rimini, a seguito del violento e straordinario nubifragio che si è abbattuto lunedì scorso sulla città, ha deciso di interpellare il Governo a nome dell’intera comunità riminese. Mercoledì l’Amministrazione Comunale ha presentato al Governo e alla Regione Emilia Romagna ufficiale richiesta dello stato di calamità naturale, confidando anche nel supporto dei parlamentari riminesi.

Se il Governo riconoscerà e finanzierà lo stato di calamità naturale, dalle autorità preposte sarà richiesto ai cittadini di presentare una accurata documentazione relativa ai danni subiti. Per questo motivo il Comune consiglia ai cittadini di raccogliere fin da adesso fotografie, fatture e tutto quello che potrà essere utile in un secondo momento per poter dimostrare l’entità dei danneggiamenti.

Sul sito internet (ben visibile nella home page) e presso l’Ufficio Relazioni col pubblico  del Comune di piazza Cavour, sono disponibili i moduli attraverso cui segnalare i danni subiti da privati e imprese. I moduli si possono inviare via fax al numero 0541.704157, oppure via mail all’indirizzo danninubrifagio@comune.rimini.it. Per ulteriori informazioni di carattere generale è possibile invece telefonare al numero verde 800.106.300 dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13 e il martedì e il giovedì anche dalle 14 alle 17.

Allo stesso tempo il Comune sta portando avanti una ricognizione dettagliata dello stato delle infrastrutture e degli edifici pubblici che hanno risentito del nubifragio: strade, scuole, ponti, smottamenti registrati sul territorio. In queste ore e nei giorni che verranno si raccoglieranno tutti gli elementi utili per effettuare una prima stima dei danni sul territorio. La Giunta comunale, inoltre, alla vigilia dell’approvazione del bilancio, valuterà in sintonia col Consiglio comunale, tutte le possibili forme di agevolazione sulle tariffe e sui tributi locali a carico, in particolare dei settori maggiormente colpiti dall’evento straordinario che si è verificato.

La Regione Emilia-Romagna si è già attivata presso il Governo per far sì che venga data una risposta concreta ai danni causati dal nubifragio che lunedì ha colpito Rimini. “Dopo l’approvazione da parte del Governo del “decreto emergenze” – spiega Paola Gazzolo, Assessore regionale alla sicurezza territoriale – siamo in attesa del decreto che affronti i danni causati dalle frane e dalle piene dei fiumi del marzo e aprile scorsi, e dal tornado dello scorso maggio”.

“Abbiamo chiesto al Governo – continua l’Assessore – che anche l’evento accaduto a Rimini sia ricompreso nel provvedimento, e su questo stiamo lavorando in queste ore”. “Confermiamo il nostro impegno – conclude l’assessore Gazzolo – ad essere vicini alla città di Rimini e ai riminesi per affrontare questa difficile situazione, ed esprimo sincero cordoglio per la signora che ha perso la vita nel corso dell’evento calamitoso”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Ecco i 3 momenti della vita in cui si ingrassa di più

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento