Parco del mare, affidato allo studio Miralles per le line di indirizzo del progetto

E’ stato affidato al raggruppamento temporaneo di professionisti guidato dallo studio Miralles Tagliabue di Barcellona l’incarico per la definizione delle linee di indirizzo progettuale per il Parco del Mare

E’ stato affidato al raggruppamento temporaneo di professionisti guidato dallo studio Miralles Tagliabue di Barcellona l’incarico per la definizione delle linee di indirizzo progettuale per il Parco del Mare. L’incarico – assegnato attraverso una gara pubblica a procedura aperta che si è conclusa ieri con l’apertura delle buste – prevede la definizione da parte dei professionisti delle linee guida architettoniche e paesaggistiche dei nove lotti del lungomare sud, in modo tale da fornire indicazioni sia per la progettazione dell’opera pubblica, sia per gli interventi dei privati.

“Si tratta in altre parole di andare a definire la cornice, di dare una visione omogenea dell’intero progetto – sottolinea l’assessore alla programmazione e gestione del territorio Roberta Frisoni – un contesto dentro il quale sviluppare poi le varie peculiarità di ogni tratto del lungomare, valorizzandone i caratteri identitari e le vocazioni, ponendo particolare attenzione anche ai temi della sostenibilità ambientale degli interventi. Un lavoro dunque fondamentale, che rappresenta un ulteriore passo nello sviluppo degli elementi architettonici e paesaggistici che caratterizzeranno il Parco del Mare”.

“Altro motivo di soddisfazione – sottolinea l’assessore Frisoni - è il fatto che a partecipare alla gara siano stati gruppi di professionisti di rilevanza internazionale e ad aggiudicarsi l’incarico sia stato un raggruppamento di imprese che fa capo a uno studio, Miralles Tagliabue, che ha firmato progetti e interventi apprezzati in tutto il mondo, da alcuni tratti del lungomare di Barcellona alla riqualificazione degli scali ferroviari di Milano”. Lo studio Miralles Tagliabue – fondato nel 1994 da Enric Miralles, tra i più apprezzati architetti spagnoli scomparso nel 2000 e dalla moglie Benedetta Tagliabue attualmente a capo dello studio – ha messo la firma anche sui progetti che hanno interessato il Parlamento scozzese a Edimburgo, la sede di Gas Natural, il restyling per il mercato di Santa Caterina a Barcellona, il Padiglione spagnolo all'Expo 2010 di Shanghai.

Parallelamente sta procedendo in maniera spedita la fase di negoziazione con i privati rispetto alle proposte di riqualificazione presentate, al momento focalizzata sui tratti 1 e 8,  Lungomare Fellini-Kennedy e Lungomare Spadazzi, ai quali è stata data la priorità per via dei tempi dettati dai finanziamenti pubblici (POR-FESR – Asse 5). Subito dopo di proseguirà con le negoziazioni per gli altri tratti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento