menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Parla con Me", alle Acli di Rimini è attivo lo Sportello di ascolto

Il patronato Acli di Rimini apre le porte all'ascolto dei disagi e dei bisogni di persone e famiglie attraverso l'attivazione dello Sportello di ascolto “Parla con Me”

Il patronato Acli di Rimini apre le porte all'ascolto dei disagi e dei bisogni di persone e famiglie attraverso l'attivazione dello Sportello di ascolto “Parla con Me”. Mai come oggi persone e famiglie si trovano ad affrontare e a fronteggiare disagi e difficoltà, situazioni emotivamente complicate. Difficile è anche trovare persone competenti in grado di ascoltare tali bisogni, per orientare, se possibile, verso soluzioni concrete e immediate. 

L'obiettivo dello Sportello di ascolto delle Acli riminesi è quello di offrire un supporto e un orientamento a tutti coloro che sentono il bisogno di essere ascoltati e aiutati nell'affrontare problemi come la perdita o la mancanza di lavoro, la malattia propria o di un familiare, problematiche familiari nel rapporto genitori-figli o tra coniugi, al fine di individuare possibili soluzioni anche attraverso la collaborazione di professionisti diversi e il supporto dei servizi garantiti dal Patronato stesso.

Il servizio, totalmente gratuito, è gestito da un Professional Counselor (a indirizzo Biosistemico) volontario, la dottoressa Annamaria Semprini, che offre la propria esperienza e professionalità al fine di fornire un ascolto empatico e competente, fornire informazioni, orientare le persone per il raggiungimento della soluzione delle diverse problematiche, avvalendosi, qualora sia necessario, della collaborazione di professionisti diversi, guidando la persona verso il raggiungimento della propria serenità.

La consulenza, nel rispetto assoluto della riservatezza e rispettando il codice deontologico di Assocounseling (a cui la dottoressa Semprini è regolarmente iscritta), avrà lo scopo di individuare il disagio e orientare l'utente verso la soluzione mediante un percorso individuale di sostegno e se necessario una successiva presa in carico, in base alla necessità. Va sottolineato che lo sportello non fornisce né aiuto psicologico, né terapeutico.
 
Obiettivo dello Sportello "Parla con me" è quello di ascoltare anche nuclei familiari, con le loro problematiche affinché possano essere affrontate al meglio e portando nel limite del possibile al superamento dei momenti di difficoltà. Anche in tale ambito, infatti, spesso i soggetti si trovano a vivere i disagi di una separazione o di un divorzio, incontrando difficoltà conseguenti nei rapporti con i figli e nella definizione degli aspetti economici. La fase conclusiva del superamento del problema, spetta solamente all’utente: il counselor può solo guidarlo, con empatia e rispetto, a ritrovare la libertà di essere se stesso.

Quando la situazione lo richiedesse, su consiglio del counselor e senza alcun vincolo d’impegno, è possibile accedere anche alla consulenza da parte di legali, che collaborano con lo Sportello, usufruendo dei consigli e dell'esperienza di esperti in materia. Lo Sportello di ascolto “Parla con me” è aperto il martedì pomeriggio dalle 15.30 alle 17.30 al Patronato Acli Rimini in Viale Valturio 2, solo su appuntamento da fissare, telefonando al n. 0541 784193 o al 338 5879412 (d.ssa Annamaria Semprini).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Odore di fumo in casa, 5 trucchi per eliminarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento