Parte l'operazione "Mare Sicuro 2017" della Capitaneria di Porto

Di importanza fondamentale è il "Numero Blu" 1530 per le emergenze di soccorso in mare, che permette a chi si trova in pericolo o avvisti persone in difficoltà

In occasione della stagione estiva 2017 è ripartita l'operazione "Mare Sicuro" da parte della Capitaneria di Porto - Guardia Costiera di Rimini le cui unità, a partire dallo scorso fine settimana, sono entrate in azione per garantire la sicurezza di turisti e navigatori. Tra i principali obiettivi prefissati per quest'anno, l’attività di vigilanza e controllo per prevenire e reprimere gli illeciti ed in genere i comportamenti in contrasto con la normativa vigente, in tutte le attività che si svolgono sul Demanio Marittimo e sul mare che si riferiscono alle materie della tutela del territorio, della pesca, del diporto, del traffico, dell'ambiente e della sicurezza della navigazione. Per l'organizzazione dell'operazione nell'ambito del territorio di giurisdizione della Capitaneria di porto di Rimini, compreso fra Cattolica e Cesenatico, è stato predisposto il servizio di personale militare che pattuglierà giornalmente la costa, sia da terra che a bordo di unità navali, costantemente collegato via radio con le sale operative di Rimini oltre a quelle di Cesenatico, Bellaria, Riccione, e Cattolica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il controllo dello specchio acqueo sarà assicurato con i mezzi navali presenti nell'intero Compartimento marittimo di Rimini, tra cui una motovedetta "ognitempo", CP842, in grado di sostenere anche le condizioni meteomarine più avverse e difficili e pertanto dedicate principalmente al soccorso della vita umana in mare, una motovedetta classe 2000 - CP2107 – ed una classe 700 - CP713 – nonché sei battelli, in grado di raggiungere una velocità fino a 30 nodi, pronti a garantire il più rapido intervento per situazioni di emergenza in mare. Di importanza fondamentale è il "Numero Blu" 1530 per le emergenze di soccorso in mare, che permette a chi si trova in pericolo o avvisti persone in difficoltà, di collegarsi immediatamente, da telefono sia fisso che mobile, da qualsiasi parte d'Italia con la Capitaneria di Porto più vicina. Anche per la stagione estiva ormai avviata, l'obiettivo della Guardia Costiera resta quello di garantire il più alto livello di sicurezza per gli utenti del mare e per tutte le attività connesse alla balneazione, mantenendo quanto più elevato il livello di controllo sia in spiaggia che in mare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento