Cronaca

Per la valorizzazione dei dialetti, Santarcangelo ottiene un finanziamento di 9.500 euro

Il sindaco Alice Parma: “premiato l’impegno dell’Amministrazione comunale, il dialetto è un elemento imprescindibile di identità e storia”

Il Comune di Santarcangelo è tra i vincitori del bando per la presentazione di “Progetti in materia di salvaguardia e valorizzazione dei dialetti dell’Emilia-Romagna”, promosso dall’Istituto per i Beni artistici, Culturali e naturali della Regione. A fronte di 53 proposte provenienti da 43 soggetti differente, infatti, il progetto “Santarcangelo per il dialetto” è stato selezionato tra i 15 vincitori e riceverà un contributo di 9.500 euro per le attività di valorizzazione del dialetto promosse nel 2016. Quello proposto dall’Amministrazione comunale di Santarcangelo è in realtà un progetto organico, caratterizzato da elementi diversi: alla creazione del Centro di documentazione dialettale presso la ex biblioteca di via Cavallotti, infatti, si uniscono le attività del Cantiere Poetico per Santarcangelo e altre iniziative messe in campo da biblioteca Baldini, Istituto Musei Comunali e Fondazione Culture Santarcangelo (FoCuS).

Sulla scorta dell’esperienza e del lascito di poeti, artisti e intellettuali del Circolo del giudizio santarcangiolese (Tonino Guerra, Raffaello Baldini, Nino Pedretti, Gianni Fucci, Giuliana Rocchi, Flavio Nicolini, Rina Macrelli, Lucio Bernardi, Federico Moroni, Giulio Turci e altri ancora), l’Amministrazione comunale ha infatti da tempo avviato un percorso che non solo ha lo scopo di conservare e salvaguardare la cultura e la lingua dialettale della Romagna, ma anche di promuovere e rinnovare il rapporto tra la comunità romagnola e la sua identità poetica. In quest’ottica si inserisce anche l’attività del Cantiere Poetico per Santarcangelo, che nell’edizione 2016 ha proposto diverse iniziative – dalle presentazioni di libri alle proiezioni di cortometraggi, dalle letture pubbliche di poesie alle mostre – pensate non per essere una sterile commemorazione del passato, ma un’occasione per rinnovare la cultura dialettale romagnola.

Il sindaco Alice Parma esprime “grande soddisfazione per questo riconoscimento, che premia l’impegno costante dell’Amministrazione comunale su questo fronte. Sul dialetto stiamo investendo attenzioni e risorse significative, perché il dialetto per Santarcangelo rappresenta un elemento imprescindibile di identità e storia. Una storia che attraverso il ‘Cantiere poetico’ dialoga con un pubblico sempre nuovo e che grazie al Centro di documentazione dialettale che sorgerà alla ex biblioteca – conclude il sindaco – sarà disponibile in via permanente a tutti gli studiosi della materia e trasmessa alle generazioni future”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per la valorizzazione dei dialetti, Santarcangelo ottiene un finanziamento di 9.500 euro

RiminiToday è in caricamento