menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Per tornare in Italia cambia nome: arrestato giovane albanese

Il giovane albanese, riconosciuto dai militari della Stazione di Bellaria Igea Marina, all’atto del controllo, in quella via Ovidio, ha esibito un documento autentico albanese con un nuovo nome

I Carabinieri di Bellaria Igea Marina nella tarda serata di lunedì, durante un servizio di pattugliamento, hanno arrestato un albanese di 33 anni poiché, già espulso dal territorio nazionale ed accompagnato alla frontiera aeroportuale di Rimini il 22 ottobre scorso  in esecuzione ad un decreto emesso dalla Prefettura di Forlì, faceva nuovamente ingresso in Italia violando la legge Bossi - Fini.

Il giovane albanese, riconosciuto dai militari della Stazione di Bellaria Igea Marina, all’atto del controllo, in quella via Ovidio, ha esibito un documento autentico albanese con un nuovo nome. Lo straniero, per aggirare la legge italiana, appena rientrato nel suo paese d’origine, era riuscito a cambiare ufficialmente il proprio nome, ottenendo anche un nuovo documento di riconoscimento.

I Carabinieri, che lo conoscevano bene, non si sono fidati del nuovo documento esibito e lo hanno sottoposto ad un accurato controllo all’AFIS, dal quale è emerso inequivocabilmente  che la persona era già stata espulsa con accompagnamento alla frontiera. Martedì mattina  l’arrestato è stato condotto avanti al giudice monocratico di Rimini che ne ha convalidato l’arresto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Odore di fumo in casa, 5 trucchi per eliminarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento