Misano, Piano Spiaggia 2013: tutti i divieti imposti dal Comune

Il Comune di Misano ha adottato il Piano Spiaggia 2013, che riprende quello dello scorso anno in merito alla disciplina dell’uso delle spiagge e degli stabilimenti balneari

Il Comune di Misano ha adottato il Piano Spiaggia 2013, che riprende quello dello scorso anno in merito alla disciplina dell’uso delle spiagge e degli stabilimenti balneari. Dal 28 marzo al 6 giugno sarà vietato l’accesso in spiaggia dalle ore 1 alle 5 fatta eccezione per i concessionari di stabilimenti balneari. La diffusione sonora prevede orari che vanno dalle 10 alle 12 del mattino e dalle 16 alle 19 del pomeriggio, mentre i locali posti sul mare dovranno avere le casse acustiche rivolte verso l’interno della struttura.

Nonostante la legge regionale lo consenta, per evitare incidenti, considerato il gran numero di bagnanti presenti in spiaggia durante la stagione estiva è stato imposto il divieto di entrare in spiaggia anche alle biciclette e più generalmente a tutti i velocipedi, permettendo così ai pedoni di circolare liberamente senza il rischio di essere investiti. Le distanze tra un ombrellone e l’altro non può essere inferiore ai 2.75 metri, ma per le spiagge che hanno alle spalle fabbricati, a richiesta potrà essere rilasciata, provvisoriamente una autorizzazione in deroga purchè la distanza minima non sia inferiore di 2.50 metri tra le fila degli ombrelloni. Anche le distanze tra i mosconi o imbarcazioni di emergenza, dove vi siano accordi tra più bagnini, potranno essere posizionate ogni 50 metri di distanza.

Il servizio di assistenza ai bagnanti sarà attivo dal 25 maggio al 13 settembre dalle 9.30 alle 18.30, fatta salva la pausa dalle ore 13.00 alle 14.00. Il commercio itinerante lungo le spiagge è consentito solo ai titolari di apposita autorizzazione rilasciata dall’Ufficio del Demanio del Comune. È assolutamente vietato effettuare tatuaggi, treccine, sabbiature, massaggi e piercing al di fuori di strutture idonee messe a disposizione dagli stabilimenti balneari, nonché la distribuzione di prodotti omaggio e pubblicità attraverso distribuzione di volantini, senza autorizzazione.

Da tre anni anche a Misano vi sono spiagge attrezzate ad accogliere animali domestici, nelle quali è vietato realizzare più di 12 aree di metri 4x4 ciascuna. Da quest’anno le persone con diverse abilità accompagnati da cani al guinzaglio o qualora gli animali siano destinati a pet-therapy prima di entrare in spiaggia potranno evitare di munirsi di autorizzazione comunale, qualora presentino al Comando di Polizia municipale il certificato medico e la modulistica dell’Ufficio demanio che assicuri lo stato di salute del cane, indicando il periodo di permanenza dell’animale sull’arenile. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento