Cronaca

Pusher evaso dai domiciliari forza posto di blocco e investe più volte un uomo

Il malvivente aveva ignorato l'alt di una pattuglia cercando di investire i carabinieri a Riccione per poi falciare un pedone a Forlì

Si è concluso con l'arresto di uno spacciatore, evaso dai domiciliari, la rocambolesca caccia all'uomo dei carabinieri di Cattolica che da diversi giorni cercavano il malvivente autore del tentativo di investire due militari dell'Arma e di un investimento di un uomo a Forlì il quale secondo le ipotesi investigative doveva soldi al pusher. A finire in manette è stato 68enne, originario di Ravenna e residente a Saludecio, già arrestato in passato per spaccio di stupefacenti e la cui compagna era finita a sua volta nei guai in quanto trovata in possesso di oltre 3 chili di cocaina e di armi clandestine. I carabinieri erano sulle tracce del pusher fin dalla scorsa settimana quando, venerdì 13 dicembre, al volante di una Fiat Punto aveva forzato un posto di blocco dei militari dell'Arma a Riccione. In quella occasione il 68enne, dopo aver ignorato l'alt, aveva cercato di investire le divise che si erano poi messe all'inseguimento dell'utilitaria. Arrivata nella zona delle Fontanelle, però, la gazzella aveva perso di vista il fuggitivo che era scomparso approfittando del buio e del maltempo.

L'evaso era quindi riuscito a far perdere le proprie tracce fino a quando, martedì mattina, era rispuntato a Forlì dove, secondo una pista investigativa, avrebbe investito deliberatamente un pedone. Secondo quanto emerso il 68enne, nella prima mattinata, sempre al volante della Punto si trovava su viale Roma, nel tratto del Ronco, tra la rotonda della tangenziale e quella dell'aeroporto. Qui avrebbe puntato la sua vittima, un 60enne che secondo gli inquirenti doveva del denaro allo spacciatore, investendola per ben due volte per poi fare retromarcia, infierire sull'uomo già a terra passandogli sopra con l'utilitaria e fuggire a tutta velocità. Sul posto erano accorsi i sanitari del 118 che, dopo aver prestato le prime cure al ferito, lo avevano trasportato d'urgenza al pronto soccorso dove i medici gli hanno diagnosticato una serie di fratture multiple. Il 60enne, seppur in condizioni molto serie, non sarebbe in pericolo di vita.

La fuga del 68enne è stata interrotta dai carabinieri, che già erano sulle sue tracce, nella serata di martedì quando l'evaso è stato rintracciato in un ristorante del riminese dove stava cenando tranquillamente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pusher evaso dai domiciliari forza posto di blocco e investe più volte un uomo

RiminiToday è in caricamento