menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pusher indiavolato si ribella dopo essere stato sorpreso a spacciare

Notato dai carabinieri mentre vendeva hashish fuori da un locale del lungomare riminese, un italiano di origni tunisine ha tentato la fuga per poi aggredire i militari dell'Arma che cercavano di arrestarlo

Nella notte tra venerdì e sabato una pattuglia dei carabinieri, in servizio per constrastare lo spaccio di stupefacenti, ha arrestato in flagranza un italiano di origine tunisina 28enne sorpreso a spacciare nei pressi di un noto locale del lungomare. I militari dell'Arma hanno sorpreso il nordafricano mentre cedeva una dose di 0,5 grammi di marijuana a due giovani consumatori che, alla vista della pattuglia, si sono dati alla fuga facendo perdere le proprie tracce e gettando la droga, che veniva successivamente recuperata, poco distante. I carabinieri hanno però bloccato il 28enne che, nel tentativo di sfuggire all'arresto, ha iniziato a divoncolarsi con pugni e calci insultando, allo stesso tempo, il personale dell'Arma. Ammanettato e portato in caserma, in seguito a una perquisizione il tunisino è stato trovato in possesso di un'ulteriore dose di marijuana oltre a una banconota da 50 euro ritenuta provento di spaccio. Processato per direttissima sabato mattina, il giudice ha convalidato l'arresto del 28enne liberandolo in attesa del processo fissato per l'8 marzo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento