Ragazzino terribile evade dalla comunità e tenta di scassinare un negozio

Nuovamente arrestato dai carabinieri della Compagnia di Riccione, il 18enne aveva alle spalle una lunga carriera criminale

E' durata poco la latitanza di un neo 18enne riminese, già noto alle forze dell'ordine, che stava scontando gli arresti domiciliari in una comunità dopo una lunga serie di reati. Il ragazzino era finito in manette una prima volta ad ottobre quando, i carabinieri di Riccione, lo avevano pizzicato mentre, con un tombino, stava tentando la spaccata in una pizzeria della Perla Verde. La seconda volta, lo scorso 5 maggio, era stato sorpreso nei pressi della stazione ferroviaria di Misano Adriatico a bordo di un'autovettura rubata poco prima nelle vicinanze. Nuovamente arrestato, era stato sottoposto agli arresti domiciliari nella struttura marchigiana ma, da quella, era evaso rispuntando sempre a Misano. Questa notte, infatti, una pattuglia dei carabinieri lo ha sorpreso mentre tentava di scassinare la porta d'ingresso di un negozio di alimentari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento