menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Armato di pistola rapinò fidanzati: arrestato "Biberon"

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Rimini hanno arrestato lunedì mattina un pericoloso rapinatore di origini napoletane. Si tratta di F.I., detto "Biberon"

E' accusato di aver rapinato una coppia di giovani fidanzati il 4 maggio scorso. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Rimini hanno arrestato lunedì mattina un pericoloso rapinatore di origini napoletane. Si tratta di F.I., detto "Biberon", di 31 anni. In occasione della rapina, l'individuo, col volto travisato ed armato di pistola, avvicinò i malcapitati che si trovavano all’interno dell’auto in sosta nei pressi dell’abitazione della ragazza.

Con la collaborazione di un complice, si fece consegnare la borsa della giovane nonché il portafogli ed un orologio “Rolex” modello “Daytona” in oro giallo del valore di 25mila euro, che il ragazzo portava al polso. I malfattori, subito dopo, si allontanarono a piedi, per poi salire a bordo di una Bmw, dove ad attenderli vi erano altre 2 complici. Gli accertamenti effettuati nell’immediatezza portarono subito ad individuare alcuni particolari univoci di uno dei due autori.

La ragazza infatti aveva riferito che in uno dei due incappucciati aveva riconosciuto un ragazzo incontrato un po’ di tempo prima in una discoteca e, pur non ricordandone il nome, era riuscita a fornire alcune indicazioni salienti sulla sua identità. Inoltre anche un testimone che era presente sul posto, riuscì a fornire importanti indizi per giungere poi al pieno riconoscimento di uno degli autori della rapina.

I rapidi sviluppi investigativi hanno portato i militari dell’Arma, già quella sera, alla piena identificazione certa dell’uomo, da tempo domiciliato in Riviera e assiduo frequentatore di locali notturni, con precedenti per rapine a mano armata e furti. Prontamente gli inquirenti hanno verificato i suoi domicili e le sue frequentazioni, ma dell’uomo nessuna traccia. Le ricerche, proseguite anche nei giorni successivi, hanno esito negativo.

Probabilmente il rapinatore, compreso che i Carabinieri erano sulle sue tracce, ha tagliato la corda. I militari, nel frattempo, completando l’impianto accusatorio, hanno chiesto ed ottenuto un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti del soggetto. Il provvedimento di cattura è stato eseguito nel carcere di Isernia, poichè il ricercato stava scontando un'altra condanna per altre rapine commesse nel varesotto e nel milanese nel corso degli ultimi 12 mesi.

Grazie alla preziosa collaborazione delle vittime e di un testimone, i Carabinieri sono riusciti ad assicurare alla giustizia un pericoloso rapinatore. Sono tuttora in corso mirati accertamenti per verificare se l’uomo abbia commesso altri fatti analoghi nel riminese prima di finire nel carcere di Isernia. Il lavoro degli inquirenti continua per identificare i complici del 31enne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Odore di fumo in casa, 5 trucchi per eliminarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento