Si era gettata nel fiume Po: le acque restituiscono il corpo senza vita

La tragica scoperta è stata effettuata lunedì mattina da alcuni passanti tra Calto e Salara, in provincia di Rovigo, che hanno immediatamente dato l'allarme alle forze dell'ordine

Le acque del Po hanno restituito il cadavere di una riminese di 48 anni. La tragica scoperta è stata effettuata lunedì mattina da alcuni passanti tra Calto e Salara, in provincia di Rovigo, che hanno immediatamente dato l'allarme alle forze dell'ordine. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Castelmassa, che hanno provveduto a recuperare il corpo. La donna era partita da Rimini circa una settimana fa e dopo aver percorso oltre 200 chilometri si è fermata a San Benedetto Po per lanciarsi da un ponte lungo l'A22 del Brennero. La salma si trova all'ospedale di Rovigo a disposizione dell'autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento