Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Regolamento sul patrimonio edile: nuove misure igienico-sanitarie

La vicesindaca Roberta Frisoni: "Si favorisce la realizzazione di interventi che elevano le condizioni igienico sanitarie dei locali, aumentando le opportunità di intervento sull'edificato esistente"

Migliorare la qualità igienico-sanitaria del patrimonio edilizio, sia per gli immobili di nuova costruzione che per gli interventi di recupero e riuso di quelli esistenti. Questo l'obiettivo del nuovo Regolamento igienico-sanitario edilizio del Comune di Rimini, approvato mercoledì mattina in commissione. Si tratta, spiega la vicesindaco Roberta Frisoni, del "proseguimento del lavoro portato avanti con la variante normativa al Rue e con la modifica agli oneri edilizi", così da "agevolare al massimo l'attività edilizia, dentro una pianificazione che valorizza soprattutto il riuso e il recupero dell'esistente".

Con questo regolamento, prosegue, si favorisce la realizzazione di interventi che "elevano le condizioni igienico sanitarie dei locali, aumentando anche le opportunità di intervento sull'edificato esistente". Il nuovo documento è frutto di un "percorso partecipato" con ordini professionali, associazioni di categoria, cittadinanza e Ausl Romagna, che continuerà dopo la pubblicazione, con la possibilità di inviare osservazioni. Le novità introdotte mirano, più nel dettaglio, a rendere fattibili interventi di recupero e riuso di edifici e locali residenziali, commerciali, turistico-ricettivi; a stabilire criteri omogenei ai fini del rilascio dell'agibilità dei locali. Insomma, conclude la vicesindaco, "una nuova piattaforma che, adeguandosi alla più recenti normative nazionali e superando le prescrizioni ormai datate del vecchio impianto, va nella direzione di una semplificazione procedurale che garantisca più elevate prestazioni igienico-sanitarie per edifici di ogni tipo e maggiori flessibilità di intervento negli edifici esistenti".

Prevista anche una specifica Disciplina per il centro storico con interventi di recupero sulla residenza, locali commerciali e di pubblico esercizio quali bar, bar con piccola ristorazione e ristoranti con parametri agevolati. Parametri agevolati anche per interventi di recupero su immobili legittimi anche condonati nel resto del territorio comunale. (fonte Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regolamento sul patrimonio edile: nuove misure igienico-sanitarie

RiminiToday è in caricamento