Documenti goffamente taroccati, scattano le manette per due stranieri

Fermati per un controllo dai carabinieri di Riccione, è emerso che i giovani avevano una lunga serie di precedenti

Nel corso dei controlli del territorio da parte dei carabinieri di Riccione, intensificati in occasione dell'arrivo del Ferragosto, i militari dell'Arma hanno arrestato due stranieri in possesso di documenti falsi. I giovani, entrambi croati, di 32 e 36 anni in Italia senza fissa dimora, si stavano aggirando in viale D'Annunzio, nella Perla Verde, quando sono incappati nelle divise che li hanno identificati. In un primo momento, la coppia ha mostrato ai carabinieri delle carte d'identità alle quali, in maniera grossolana, erano state modificate le generalità. Portati in caserma, è emerso che i croati avevano un lungo pedigree criminale alle spalle con reati commessi utilizzando una serie di alias. Gli stranieri, quindi, sono stati arrestati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento