Cronaca

Topo d'appartamento arrestato dai carabinieri con le mani nel sacco

A finire in manette è stato un 18enne di origini cubane residente a Sassuolo, a insospettire le vittime i rumori provenienti dal sottotetto

Per ben due volte è andata male a un topo d'appartamento che, nella notte tra sabato e domenica, ha cercato di mettere a segno un colpo all'interno di un appartamento di Riccione. A finire in manette è stato un 18enne di origini cubane, ma residente a Sassulo, già noto alle forze dell'ordine. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri che lo hanno arrestato, il giovane aveva scavalcato la recinzione di un'abitazione si è poi introdotto nell'appartamento con l'intenzione di fare razzia di quanto di valore c'era a portata di mano. Qualcosa, però, deve essere andato storto e il 18enne, sentendosi scoperto, si è dato alla fuga trovando rifugio nel sottotetto del civico successivo. A tradirlo, però, sono stati i rumori che hanno messo in allarme i proprietari i quali hanno, a loro volta, avvertito il 112 facendo arrivare i carabinieri sul posto. Sentendosi braccato il giovane ha tentato nuovamente la fuga ma è stato bloccato dal proprietario di casa subito aiutato dai militari dell'Arma che erano sulle sue tracce. L’arrestato, è stato  portato presso le camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo che si celebrerà nella giornata di lunedì.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Topo d'appartamento arrestato dai carabinieri con le mani nel sacco

RiminiToday è in caricamento