Richiedente asilo pizzicato dalla polizia con coltello, droga e refurtiva

Lo straniero è stato sorpreso dagli agenti mentre si trovava sui prati del parco "Fabbri" a Rimini

Proseguono senza sosta i controlli delle aree verdi riminesi da parte del personale della polizia di Stato che, nel pomeriggio di mercoledì, ha passato al setaccio il parco "Fabbri". Steso sull'erba, gli agenti hanno individuato un ragazzo di colore che, al momento di essere identificato, è emerso essere un nigeriano 29enne richiedente asilo e residente in un albergo di Miramare. Dagli approfondimenti, lo straniero è stato trovato in possesso di una modica quantità di stupefacenti, un coltello e alcini cellurari e tablet di dubbia provenienza. Portato in Questura, alla fine è stato denunciato a piede libero e rilasciato mentre, il materiale in suo possesso, è stato sequestrato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

Torna su
RiminiToday è in caricamento