America Graffiti, sindacati chiedono un tavolo urgente con Prefetto e Comune

Preoccupazione per il futuro lavorativo dei 23 dipendenti del locale "a stelle e strisce" che ha chiuso lo scorso 5 febbraio

Il caso dei 23 lavoratori dell'America Graffiti, il locale che ha chiuso sul lungomare, è all'ordine del giorno per Filcams Cgil che ha chiesto di istituire un tavolo urgente. Una richiesta firmata dal segretario generale Mirco Botteghi, inviata a prefetto, concessionari, gestori e amministrazione comunale, nello specificio all'assessore alle Attività economiche Jamil Sadegholvaad.

Filcams specifica che il 5 febbraio Nettuno 2010 Srl ha dichiarato al sindacato, ai dipendenti  e alla Nettuno snc la restituzione del ramo d’azienda per il proseguimento dei rapporti di lavoro in essere, senza soluzione di continuità. Tuttavia a oggi i dipendenti non risultano ancora presi in carico dalla Nettuno snc e il locale è chiuso, quindi questi ultimi si trovano privi di attività lavorativa, senza sostegno al reddito né risposte per il loro immediato futuro. Per questo motivo il sindacato chiede un incontro quanto prima per risolvere la questione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbornia di San Valentino, fermata una dottoressa ubriaca fradicia alla guida: ritirate 18 patenti

  • Gli amici del bar non lo vedono da giorni, ritrovato cadavere in casa

  • Dramma in stazione, giovane si lancia contro il treno: modifiche alla circolazione

  • Avvelena il proprio cane con del topicida, il sadico proprietario denunciato

  • Macabra scoperta, ritrovato cadavere nel porto

  • Non pedala sulla pista ciclabile, ciclista multato dai carabinieri

Torna su
RiminiToday è in caricamento