Alberghi, le associazioni di categoria firmano il protocollo "Accoglienza sicura"

Gli operatori individuano le misure di prevenzione della diffusione del Covid-19, per tutelare la salute degli ospiti e dei collaboratori

Un piano per far ripartire in sicurezza il comparto ricettivo: Assohotel Confesercenti ha presentato lunedì al Governo, insieme alle associazioni Federalberghi e Confindustria Alberghi, un protocollo nazionale che individua misure di prevenzione della diffusione del Covid-19, per tutelare la salute degli ospiti e dei collaboratori.

Il protocollo è stato redatto da una task force delle diverse categorie con l'ausilio di consulenti in materia d'igiene e sicurezza e sotto la supervisione di un esperto in malattie infettive. "Accoglienza sicura", questo il nome del progetto, vuol tutelare la salute degli ospiti e dei collaboratori e realizzare l'equilibrio necessario per garantire l'erogazione del servizio in condizioni di sicurezza e sostenibilità, senza snaturarne le caratteristiche.

hotel-2

"Il mondo del turismo non si rassegna all'immobilismo: nonostante le difficoltà, le imprese del ricettivo si organizzano per fornire il proprio servizio nella sicurezza di tutti - commenta il presidente di Assohotel, Claudio Albonetti- Speriamo che alla fiducia degli operatori corrisponda una ripresa dei flussi turistici. Nella speranza che la stagione, sebbene sottotono, possa comunque rappresentare un punto di ripartenza per turisti e imprese".

"Si tratta - sostiene Filippo Donati presidente di Assoturismo-Confesercenti dell'Emilia-Romagna - di un buon equilibrio tra la tutela della salute degli ospiti e dei collaboratori e l'operatività aziendale. Il nostro intento e' quello di rimanere un punto di riferimento del turismo mondiale anche in tema di sicurezza e non solo di qualità ed efficienza dei servizi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 Il documento prevede, trai vari punti, che nelle reception e negli ambienti comuni degli alberghi si rispetti la distanza interpersonale obbligatoria di almeno 1,30 metri e che nelle strutture, fornite di gel igienizzante per gli ospiti e per il personale, siano previsti percorsi di entrata e uscita differenziati. Vietati gli assembramenti, previste misure per ridurre il tempo di permanenza nell'area di ricevimento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in quarantena due classi di un liceo riminese: slitta l'inizio della scuola

  • L'hotel non rispetta le norme anticontagio: scatta la chiusura e una maxi multa

  • Vede la Polizia e si catapulta fuori dall'auto in corsa: raggiunto dopo un'estenuante fuga per i campi

  • Riempie di botte la compagna, i vicini chiedono aiuto per fermare la violenza

  • Addio a Luigi Battelli, il noto albergatore ucciso dal coronavirus

  • Renzo Piano firma The Cube a Londra e l'edificio "parla" riminese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento