Accoltellato riconosce gli aggressori su Facebook, indagati per tentato omicidio

Svolta nelle indagini sul ferimento di un 19enne fuori da una nota discoteca di Rimini, gli autori si vantavano del gesto sul social network

Dopo aver spedito un 20enne in ospedale, accoltellandolo con due fendenti, un gruppo di ragazzi riminesi ha avuto la bella idea di vantarsi su Facebook del gesto. Il ferimento risale allo scorso 17 maggio quando, fuori da una nota discoteca nei pressi del porto di Rimini, la vittima era stata aggredita. Secondo quanto ricostruito, all'interno del locale era nata un'accesa discussione tra il 20enne e altri due ragazzi che, dalle parole, sono poi passati alle mani, Il tafferuglio era stato subito sedato dai buttafuori della discoteca che, avendo assistito a tutta la scena, avevano poi allontanato dal locale gli aggressori. A fine serata, uscendo dalla discoteca insieme a un amico minorenne, il 20enne si era visto accerchiare da un gruppo di almeno 5 ragazzi che, armati di casco, lo avevano spinto contro le recinzioni dei campi da tennis per picchiarlo. Nel parapiglia erano volate anche delle coltellate: il minorenne era stato raggiunto al gluteo da una lama mentre, il più grande, era stato ferito al fianco sinistro e alla coscia con il coltello che, di poco, aveva evitato l'arteria femorale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 20enne, soccorso dal 118, era stato ricoverato in prognosi riservata per le ferite riportate e, una volta ripresosi, ha iniziato a controllare veri profili di Facebook. Su segnalazione degli amici, infatti, erano apparsi sul social network alcuni post, corredati da foto, dove si ventavano di aver aggredito il giovane. Una volta uscito dall'ospedale, grazie anche al riconoscimento dei volti, il 20enne si è presentato in Questura per integrare la denuncia con tutti i nomi delle persone che lo hanno aggredito e che, adesso, rischiano di essere imputati per tentato omicidio. La vittima, inoltre, si è costituita parte civile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento