menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rimini e Lucca a confronto sulle politiche abitative

Le politiche abitative sono state al centro della due giorni promossa dall'amministrazione in collaborazione con il comune toscano, che si è conclusa giovedì mattina con un incontro a Palazzo Garampi

I Comuni di Rimini e quello di Lucca insieme per trovare nuove soluzioni all’emergenza casa. Le politiche abitative sono state al centro della due giorni promossa dall’amministrazione in collaborazione con il comune toscano, che si è conclusa giovedì mattina con un incontro a Palazzo Garampi alla presenza del vicesindaco Gloria Lisi, della collega del comune di Lucca Carla Reggianini e del prefetto Claudio Palomba.

Dopo il convegno di ieri dedicato alla “innovazione negli interventi di risposta al disagio abitativo per le fasce più vulnerabili”, questa mattina si è parlato di progetti e prospettive, anche alla luce dei fondi e degli strumenti messi a disposizione dall’Unione Europea. All’incontro -  al quale hanno partecipato gli operatori del settore di associazioni e di enti del territorio, oltre ad un rappresentante della Federazione italiana organismi per persone senza fissa dimora - è intervenuta anche Costanza Pera, direttore generale del settore politiche abitative del Ministero delle infrastrutture.

“Dobbiamo essere in grado di predisporre un’offerta adeguata alla complessità della realtà sociale che ci troviamo di fronte – ha spiegato Pera – dunque flessibile e variegata, con diverse forme di accompagnamento. Una missione non certo facile, che sappia coniugare l’hardware ovvero l’ediliza, al software, ovvero i servizi sociali. Si deve partire ristabilendo il principio che la casa è un valore, non è un regalo. Che chi ha avuto un alloggio Erp è un privilegiato e ha dei doveri nei confronti della comunità. Bisogna lavorare sulle liste d’attesa, pensare ad attuare un turn over nel modi più appropriati. Questo serve anche per ristabilire credibilità all’edilizia residenziale pubblica: deve usufruirne chi ne ha diritto, non se ne può approfittare”.

Questo lo stato dell’arte, ma l’incontro nasce con uno spirito costruttivo. “Tra Rimini e Lucca può nascere una bella sinergia di cuore e di testa” ha sottolineato Pera. Le due amministrazioni infatti stanno lavorando ad un progetto pilota per un nuovo approccio alle politiche abitative, che metta la persona al centro, che tenga in considerazione la sostenibilità, l’ambiente e che non vada nella direzione del consumo del territorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento