Folle fuga in autostrada di un nomade senza patente e senza assicurazione

Tallonato dagli agenti della polizia Autostradale, è stato poi bloccato una volta uscito al casello

Una folle corsa, prima in autostrada e poi lungo la Statale 16, che si è conclusa con un paio di manette per un nomade 35enne catturato dalla polizia Autostradale. Tutto si è svolto nel primo pomeriggio di martedì 14 quando una pattuglia di agenti, che stava procedendo lungo la corsia nord dell'A14, ha notato un'Audi A4 poco prima del casello di Rimini sud. Grazie agli accertamenti telematici è emerso subito che il veicolo era privo di assicurazione e, il personale della polizia di Stato, ha intimato l'alt al veicolo. Il guidatore, dopo essersi accostato a destra, ha atteso che gli agenti uscissero dalla pattuglia per ripartire a tutta velocità innescando un inseguimento lungo l'autostrada.

Durante l'inseguimento, l'Audi ha tamponato un furgone polacco ed è uscita dal casello di Rimini sud per continuare la sua corsa, sotto la pioggia battente, lungo la Statale Adriatica in direzione nord rimanendo poi bloccato nel traffico a causa di un semaforo rosso. Nel frattempo, il personale della polizia Autostradale ha chiesto rinforzi ai colleghi delle Volanti e dei carabinieri che, arrivati sul posto, sono riusciti a impedire la fuga del guidatore. Al volante è stato trovato un uomo che, in un primo momento, ha fornito delle false generalità. L'Audi, intestata a un italiano, è stata recuperata dal carro attrezzi e, il guidatore, portato nel Comando di Forlì per essere identificato con certezza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dagli accertamenti è emerso che si trattava di un nomade 35enne, in Italia senza fissa dimora, ricercato per un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Bologna. Nelle sue tasche, inoltre, sono stati trovati due blocchetti di buoni pasto, per un valore di 195 euro, di cui non ha saputo fornire la provenienza. Oltre alla mancanza dell'assicurazione, è emerso che il rom non aveva mai conseguito la patente e che, fermato in precedenti controlli, aveva fornito nella sua carriera oltre 40 alias.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento