Cronaca

Il "Mare d'Inverno" al centro di un incontro di Oasi Confartigianato

Il nuovo modello dell'offerta turistica incentrato su tutela ambiente ma solo con l'aumento della redditività sarà possibile

Si è svolto oggi pomeriggio, su iniziativa di Oasi Confartigianto, un seminario di studio sui temi dell’innovazione del modello turistico, alla luce dell’ordinanza balneare 2017 della Regione Emilia Romagna e del Piano Strategico del Turismo emanato recentemente dal Governo. Gli interventi hanno rimarcato, con vari accenti, che la tutela ambientale quale obiettivo primario deve coesistere col progresso economico delle imprese, in modo da generare quella ricchezza necessaria a mettere in campo provvedimenti virtuosi. Il tema del ‘mare d’inverno’ è quindi decisivo: solo allungando il periodo di utilizzo dell’arenile si può aumentare la marginalità per le imprese, in presenza di un turismo che se tiene sotto il profilo numerico ha visto precipitare proprio la redditività delle imprese coinvolte.

Al seminario sono intervenuti l’On. Dorina Bianchi (Sottosegretario di Stato Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo), l’On. Sergio Pizzolante e l’On. Tiziano Arlotti, l’Arch. Vincenzo Napoli della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio e i sindaci Andrea Gnassi, Enzo Ceccarelli, Mariano Gennari e Stefano Giannini. Presenti anche il Presidente di Oasi Confartigianato Giorgio Mussoni ed il Presidente di Confartigianato Mauro Gardenghi  oltre al Direttivo di Oasi Confartigianato.

“Siamo soddisfatti di questo appuntamento – commenta il presidente di Oasi Confartigianato Giorgio Mussoni - che vogliamo rendere sistematico. Il dialogo e il confronto favoriscono la soluzione dei problemi. Auspichiamo che i provvedimenti governativi abbiamo un rapido iter perché stiamo vivendo una fase decisiva nella trasformazione della nostra proposta turistica”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il "Mare d'Inverno" al centro di un incontro di Oasi Confartigianato

RiminiToday è in caricamento