rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

Pretendeva una camera nel centro di accoglienza, interviene il 112

Un riminese 34enne, già noto alle forze dell'ordine, non ha esitato a scagliarsi contro un carabinieri che cercava di calmarlo

Si è conclusa con un paio di manette la notte brava di un riminese 34enne già noto alle forze dell'ordine che, tra sabato e domenica, ha aggredito un carabiniere intervenuto per calmarlo. L'uomo, verso le 3.30, si è presentato in un centro di accoglienza dove, a tutti i costi, pretendeva di essere ospitato. Vista l'agitazione del 34enne, i responsabili hanno chiesto l'intervento dei militari dell'Arma che, arrivati sul posto, sono stati aggrediti con calci e pugni dal riminese. Bloccato e ammanettato, anche una volta dentro la gazzella il 34enne ha continuato ad agitarsi all'interno della cellula di sicurezza danneggiando la vettura. E' stato così chiesto l'intervento del 118 con i sanitari che hanno dovuto sedare il riminese e trasportarlo in ospedale per un trattamento sanitario obbligatorio. Il 34enne, arrestato per resistenza e danneggiamenti, sarà processato per direttissima lunedì mattina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pretendeva una camera nel centro di accoglienza, interviene il 112

RiminiToday è in caricamento