Cronaca Centro / Piazzale Cesare Battisti

"Siamo i Pablo Escobar della zona, tiriamo cocaina e ti diamo fuoco al locale"

Parapiglia nel cuore all'alba in un bar di Rimini per la presenza di tre giovani completamente ubriachi

Momenti di tensione, all'alba di venerdì, per la presenza di tre ragazzi, di origini nomadi, ubriachi in un bar nella zona della stazione ferroviaria di Rimini. Il gruppo, dopo aver trascorso buona parte della notte a consumare alcolici, verso le 5.30 ha iniziato a dare in escandescenza quando il barista si è rifiutato di dargli ancora da bere e, uno di questi, ha iniziato a minacciare il gestore del locale. "Noi siamo i Pablo Escobar della zona, noi tiriamo la cocaina proprio davanti a te, ti diamo fuoco al bar e taglio la testa a te a ai tuoi dipendenti" ha iniziato ad urlare il più giovane per poi aggredire l'uomo con calci e pugni. E' partita la telefonata con la richiesta di aiuto  ma, al suo arrivo, la Volante della polizia non ha trovato i tre aggressori e, dopo aver raccolto le descrizioni del terzetto, gli agenti sono partiti alla loro ricerca.

Poco dopo la pattuglia, nei pressi della Questura, ha individuato tre giovani che potevano assomigliare a quelli descritti dalla vittima e li ha fermati. Seccati dall'attenzione del personale della polizia di Stato, i due più adulti hanno iniziato ad inveire contro le divise, affermando comunque di essere stati in quel locale, mentre il più giova, si è trasformato in una vera e propria furia. Gli agenti non sono riusciti a contenere il ragazzo ed è stato necessario l'arrivo dei rinforzi per riuscire ad ammanettarlo e a portarlo in Questura. Ad essere arrestato è finito un 19enne, nativo di Mantova, per violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Il scondo coinvolto, invece, è stato denunciato a piede libero per minacce gravi, mentre il più piccolo, minorenne e risultato estraneo ai fatti, è stato affidato secondo la vigente normativa.     

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Siamo i Pablo Escobar della zona, tiriamo cocaina e ti diamo fuoco al locale"

RiminiToday è in caricamento