menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tentato omicidio nella notte tra Natale e Santo Stefano, arrestata una donna

Grave fatto di sangue nel comune di Coriano, dove una 45enne italiana ha accoltellato il giovane convivente romeno. Pare che all'origine di tutto ci siano stati dei motivi economici

Una 45enne italiana, S.D. le iniziali originaria di Ferrara, è in stato di arresto con l'accusa di tentato omicidio. Secondo quanto emerso, nella notte tra Natale e Santo Stefano, la donna ha aggredito un 33enne di nazionalità romena per motivi che sono ancora al vaglio degli inquirenti. L'accoltellamento è avvenuto in una abitazione nel comune di Coriano, in via Ausa poco lontano dal confine con la Repubblica di San Marino, verso le 3.00 e, ad allertare i carabinieri, è stata una telefonata al 112 dove veniva segnalata una lite e la presenza di sangue a terra. La 45enne, già nota alle forze dell'ordine, da circa 3 anni frequentava il romeno e, da alcuni mesi, convivevano nel residence. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti dell'Arma, nella sera di Natale, mentre i due erano a cena a casa di un’amica straniera a Rimini, insieme ad un fratello della vittima, venuto appositamente dalla Romania per le festività natalizie, per motivi economici iniziavano a litigare al punto che il 33enne aveva lasciato l’abitazione.

Dopo qualche ora la 45enne, insieme al fratello del convivente, era rientrata nel residence in taxi e, poco, dopo, anche il 33enne era rincasato sfondando la porta a calci. Una volta dentro, l'uomo ha iniziato a schiaffeggiare la convivente prendendola per i capelli ma lei, per difendersi, ha afferrato un coltello da cucina colpendolo con due fendenti al petto e  alla spalla sinistra. Il tutto è avvenuto sotto gli occhi del fratello della vittima che è riuscito a disarmare la donna e a scaraventarla a terra. Al loro arrivo, i carabinieri hanno trovato il 33enne riverso sul pavimento della cucina in un lago di sangue e, poco distante, il coltello usato dalla 45enne. Sul posto è intervenuta l'ambulanza del 118 con i sanitari che hanno dapprima stabilizzato il ferito per poi trasportarlo d'urgenza all'Infermi di Rimini. Seppur in gravissime condizioni per il sangue perso, il romeno non sarebbe in pericolo di vita e, in tarda mattinata, i medici hanno sciolto la progonosi giudicandolo guaribile in 45 giorni. Nel corso della perquisizione dell'appartamento, oltre all’arma del delitto, i carabinieri hanno trovato sequestrata un dose di marijuana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento