Scoperta una mega piantagione di marijuana nell'entroterra

Nei guai un riminese 44enne scoperto dai carabinieri con 6 chili di "erba", 250 grammi tra hashish e olio di hashish e alcuni grammi di metanfetamine

Una piantagione rigogliosa di marijuana, curata nei minimi dettagli, quella messa in piedi da un riminese 44enne nei boschi di Sassocorvaro, in provincia di Pesaro-Urbino. A far scoprire le piante è stata una insagine dei carabinieri delle Stazioni di Sassocorvaro e Piandimeleto che, agli inizi di settembre, hanno iniziato a monitarare l'attività venatoria per sorprendere i cacciatori di frodo. Durante i controlli, i militari dell'Arma hanno notato più volte la presenza di una Opel Zafira grigia parcheggiata sempre nei pressi di uno stabilimento abbandonato. La vettura era intestata al 44enne sul quale si è posata la lente d'ingrandimento degli inquirenti in quanto, a suo carico, non vi erano indizi che fosse un cacciatore e, il veicolo stesso, non rientrava tra quelli usati di solito dagli appassionati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I militari dell'Arma, quindi, si sono avventurati nella boscaglia fino a raggiungere il fiume Foglia e, sulle sue sponde, è stata trovata la piantagione opportunamente mascherata da una fitta vegetazione. L'area era stata dissodata come un perfetto campo e, tra le zolle, sono state scoperte oltre 54 piante di canapa che crescevano rigogliosamente. E' stato quindi organizzato un servizio di appostamento fino a quando, nel pomeriggio di domenica 25 settembre, il riminese è arrivato per controllare la piantagione e dare il via al raccolto. Bloccato dai carabinieri, il 44enne aveva appena raccolto 5 chili di cannabis dalle 56 piante che, in tutto, pesavano 35 chili. Arrestato e portato in caserma, la successiva perquisizione dell'abitazione ha permesso di sequestrare altri 6 chili di marijuana, 250 grammi tra hashish e olio di hashish, alcuni grammi di metanfetamine oltre a tutto il materiale per la coltivazione, l'essicamento e il confezionamento delle dosi. Nella mattinata del 27 settmebre, il 44enne è comparso davanti al giudice che ha disposto gli arresti domiciliari in attesa della prossima udienza dove dovrà rispondere di di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento