Vandali in azione, danneggiate le mura dell'Arco d'Augusto. LE FOTO

Caccia ai vandali, al setaccio le telecamere della zona per risalire agli autori

Alcuni vandali, al momento ancora ignoti, hanno divelto lunedì mattina le pietre delle mura dell'Arco d'Augusto, buttandole nel prato e nel fossato vicino. Massi pesantissimi risalenti a duemila anni fa. A scoprirlo stamattina sono stati gli addetti di Anthea che curano il prato. Secondo i primi elementi raccolti dalle forze dell'ordine, sembra che siano stati due ragazzini che facevano le prove di forza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I giovani sono stati visti da alcuni passanti che hanno subito chiamato la Polizia Municipale, ma all'arrivo degli agenti i vandali si erano già dati alla fuga. Le telecamere di videosoveglianza sono al setaccio per risalire agli autori del gesto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Autobus sorpassa gruppo di ciclisti, rovinosa caduta per un corridore amatoriale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento