Riorganizzazione degli spazi di sosta per Santarcangelo alta

Le valutazioni emerse dal forum del centro storico alto convocato dall’amministrazione comunale

Gli spazi di sosta nelle piazze Balacchi e Monache saranno riorganizzati e razionalizzati, mentre i residenti avranno a disposizione una serie di stalli in via Lauro De Bosis e in via Mura Marini. Sono queste le valutazioni emerse dal forum del centro storico alto convocato dall’amministrazione comunale per il pomeriggio di ieri (venerdì 12 maggio) per dare seguito alle indicazioni emerse nei precedenti incontri del percorso partecipato. Erano stati gli stessi residenti, infatti, a segnalare la necessità di rivedere e porre dei limiti all’eccessiva presenza di auto nelle contrade e nelle piazze della parte alta della città. Un problema che mette a rischio la stabilità delle grotte e rovina alcuni degli scorci più belli e suggestivi di Santarcangelo. Alla presenza degli assessori Paola Donini (sviluppo economico, turismo e arredo urbano), Filippo Sacchetti (pianificazione urbanistica e lavori pubblici) e Danilo Rinaldi (politiche per la sicurezza), una trentina fra residenti e titolari di attività si sono confrontati per discutere e individuare gli interventi più adatti da mettere in atto tenendo conto delle diverse esigenze di coloro che vivono e lavorano nel centro storico.

"Siamo partiti dalle vostre valutazioni espresse nei precedenti incontri del forum – hanno detto in sostanza gli amministratori comunali in apertura dell’incontro – per dare corso a una serie di progetti che nell’arco di un anno e mezzo hanno permesso di riqualificare il parcheggio dei Cappuccini e via Ruggeri, fino alla sistemazione della piazzetta antistante il Lavatoio. Contestualmente abbiamo rivisto tutta una serie di permessi rilasciati in precedenza nella zona a traffico limitato e ridotto il tonnellaggio dei mezzi pesanti che possono entrare nel centro storico portandolo da 75 a 35 quintali. Tutto questo – hanno proseguito gli assessori – nella convinzione che il centro storico costituisce il bene più prezioso che abbiamo, con la sua storia e le sue strutture architettoniche, la sua particolare conformazione urbanistica, i suoi residenti e le attività che lo animano. Proprio per questi motivi – hanno detto in conclusione gli amministratori – riteniamo anche noi necessario valutare la possibilità di rivedere le modalità di sosta di residenti e titolari di altri permessi a partire dalle piazze Balacchi e Monache, oggi letteralmente invase dalle auto".

Maggiori controlli della polizia municipale soprattutto sui permessi a tempo e la necessità di non eliminare del tutto gli spazi di sosta: sono queste le principali richieste avanzate dai residenti, sia in considerazione del fatto che la parte alta della città non è facilmente raggiungibile soprattutto nel periodo invernale, sia perché è abitata da numerose persone anziane. Nelle prossime settimane l’amministrazione comunale darà quindi corso a ulteriori verifiche sul numero dei permessi rilasciati ai residenti delle due piazze, mentre saranno riordinati e tracciati spazi di sosta al di fuori dei quali sarà vietato parcheggiare. Ai residenti, infine, saranno riservati 15/20 posti auto in via De Bosis e altri 5/6 spazi di sosta in via Mura Marini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento