Cronaca

Ritrova la piastrina di guerra di un cavaliere di Vittorio Veneto e riesce a rintracciare i parenti

L'avventura che ha attraversato un secolo porta da Arezzo, dove è stata ritrovata la piastrina, a Rimini, dove vive l'erede del cavaliere, passando per Bibbiena

I fili della storia ci portano alla scoperta di di racconti di vita straordinari. Uno di questi è quello di Michele Calori casentinese di nascita e dal 2007 residente a Rimini, che domenica scorsa di è ritrovato in piazza Grande a Bibbiena con l’Assessore Daniele Bronchi per avere la piastrina identificativa del suo nonno Francesco Baglioni Cavaliere di Vittorio Veneto. Questo ricongiungimento della memoria è stato possibile grazie al rinvenimento della piastrina da parte di un giovane aretino, Nicola Buracci, appassionato di metal detecting che, nelle campagne vicino alla città, ha trovato questo reperto. Vedendo che si trattava di un signore nato a Bibbiena, Nicola ha postato la foto sul gruppo Facebook Sei di Bibbiena se… Alcuni cittadini hanno poi taggato l’assessore Daniele Bronchi che si è messo subito al lavoro con l’ufficio anagrafe del Comune. E' stato così possibile ricostruire tutti i legami familiari che hanno portato a rintracciare il nipote, il signor Calori. Michele ha dovuto attendere il cambio delle regole di circolazione tra regioni per incontrare Daniele Bronchi e quindi riallacciare i fili di una storia familiare bella e appassionante. Ha ritirato così la piastrina di un nonno amatissimo con il quale aveva vissuto per tanti anni.

"Sono emozionatissimo - ha commentato Calori -, riavere questa piastrina per me significa tantissimo. Significa avere qualcosa di importante di un uomo, il mio nonno, che umanamente mi ha dato tanto. Ringrazio il Comune di Bibbiena e ovviamente Nicola che ha ritrovato la piastrina ma ha anche voluto che la stessa fosse restituita ai familiari". L’assessore Daniele Bronchi commenta: “Un bel momento: l’emozione di Michele e di Nicola, avere quella piastrina tra le mani, recuperare i fili della memoria e dei legami. Ringrazio di cuore gli addetti dell’Ufficio anagrafe che mi hanno aiutato a fare tutto questo. Credo siano gesti dovuti soprattutto per onorare la memoria di chi ha dato tanto al proprio paese. Il Signor Francesco è stato cavaliere di Vittorio Veneto, un’onorificenza importante conferita ai combattenti della guerra 1914-18”. Adesso il signor Michele potrà condividere con tutti i parenti e le persone legate al nonno Francesco questo importante rinvenimento che ha un valore sentimentale enorme anche per la comunità di Bibbiena. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritrova la piastrina di guerra di un cavaliere di Vittorio Veneto e riesce a rintracciare i parenti

RiminiToday è in caricamento