Cronaca

Un nonno che ha vissuto l'asiatica scrive ai ragazzi per dare coraggio e speranza

Il 95enne ha scritto una lettera ai giovani di San Giovanni a nome di tutti gli ospiti della residenza per anziani

lettera nonno giuseppe -2-2La sorpresa che arriva da San Giovanni in questo periodo pasquale è in fondo un gesto semplice, ma molto significativo, una lettera. La grandiosità e la profondità del gesto è data dal mittente e sicuramente dal contesto in cui ci troviamo. E’ un anno intero che a livello mondiale, a causa del Covid 19, sono al centro le fragilità e l’attenzione ai soggetti più deboli, eppure nonno Giuseppe dall’alto dei suoi 95 anni ci stupisce tutti, scrivendo una lettera a nome dei nonni della Casa Residenza di San Giovanni nella quale abitano 41 anziani. Il nonno, rivolgendosi ai bambini, usa parole di speranza e di forza, ricordando quando a fine anni ’50 ha vissuto l’influenza asiatica che fu poi debellata. E ricordando proprio l’epilogo di quel tempo incerto e difficile, nonno Giuseppe desidera rincuorare i ragazzi, sottolineando “Dobbiamo tutti portare pazienza per quello che sta accadendo ed essere speranzosi per il futuro che ci aspetta.” Infine Giuseppe, si augura che tutti vivano una buona Pasqua e che i bambini tornino presto a trovare i nonni, con le loro canzoni e i loro sorrisi.

L’Amministrazione Comunale, con la quale Raffaella Piva, coordinatrice della Casa Residenza Anziani, ha condiviso la lettera di nonno Giuseppe, cogliendo la bellezza del gesto, ha deciso di invitare per una consegna ufficiale i Dirigenti dell’Istituto Comprensivo Statale e dell’Istituto Maestre Pie dell’Addolorata e le referenti del Nido Comunale di San Giovanni per un momento simbolico di condivisione degli auguri pasquali ed un ringraziamento sentito per un gesto di attenzione e cura davvero potente. Presenti per l’Amministrazione Comunale il Sindaco Daniele Morelli e la Vice Sindaco Michela Bertuccioli che sottolineano: “Il messaggio più forte e determinato arriva da chi ci aspetteremmo essere più fragile e ci commuove profondamente. In uno scenario ancora delicato, nonno Giuseppe ci dona un grande segno di speranza e sostegno ad una rinascita. La sua lettera è per tutti noi di grande insegnamento e l’augurio più bello che potessimo condividere con i rappresentanti dei servizi educativi e scolastici marignanesi e con la cittadinanza tutta.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un nonno che ha vissuto l'asiatica scrive ai ragazzi per dare coraggio e speranza

RiminiToday è in caricamento