Stabile abbandonato occupato: partito lo sgombero di Casa Madiba

Nei giorni scorsi erano state formalizzate due denunce per occupazione abusiva di edificio pubblico. In mattinata le forze dell'ordine sono intervenute per liberare lo stabile abbandonato, mentre fuori i manifestanti protestavano

E' iniziato alle 9 del mattino lo sgombero di Casa Madiba, lo stabile abbandonato di via Dario Campana, occupato da una decina di adulti più qualche minore, supportati dagli attivisti del Laboratorio Paz. La Polizia è intervenuta in tenuta antisommossa. Nei giorni scorsi erano state formalizzate due denunce per occupazione abusiva di edificio pubblico. In mattinata le forze dell'ordine sono intervenute per liberare lo stabile abbandonato, mentre fuori i manifestanti protestavano.

Polizia, Carabinieri e Polizia Municipale di Rimini hanno dato esecuzione al decreto dell’Autorità Giudiziaria con cui è stato disposto il sequestro preventivo dell’immobile di proprietà comunale, occupato da fine 2013. L’immobile è dunque ora tornato nella disponibilità del Comune. Lo spazio in via Dario Campana, così come annunciato nei mesi scorsi, sarà oggetto entro il mese di giugno 2015 di un intervento di riqualificazione e messa in sicurezza in vista di un suo specifico utilizzo a fini sociali e di volontariato privato. Ciò avverrà con una procedura di assegnazione dell’immobile attraverso evidenza pubblica.

"È una pessima notizia per chiunque creda nei valori dell'accoglienza, dell'integrazione, della partecipazione attiva dei cittadini alla vita politica. Uno spazio vuoto all'interno di una città è un insulto ai bisogni insopprimibili di ogni persona, a partire da quello alla casa - scrive il deputato Giovanni Paglia di Sel -. Se lo spazio vuoto è di proprietà pubblica l'insulto è doppio. Chi si preoccupa di riempirlo di contenuti e socialità andrebbe ringraziato, non messo fuori. Per questo chiedo a tutte le autorità di Rimini, a partire dal sindaco, di rientrare immediatamente da una scelta sbagliata e di aprire un dialogo con chi ha reso Casa Madiba un luogo vivo".

Nel primo pomeriggio le forze dell'ordine in tenuta anti-sommossa hanno eseguito un blitz nell'ex palazzina dell'Enel di via Campana, di fronte a "Casa Madiba", occupato da cinque stranieri. Quest'ultimi sono stati identificati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Autobus sorpassa gruppo di ciclisti, rovinosa caduta per un corridore amatoriale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento