Taxisti abusivi e spacciatori di fumo, arrestati a Misano due fratelli marocchini

Redditizia attività messa a punto dai due nordafricani pizzicati dai carabinieri con 6 etti di hashish pronti per essere spacciati ai clienti delle discoteche

Una fiorente attività quella realizzata da due fratelli marocchini, di 30 e 27 anni, che fornivano ai clienti delle discoteche sia un servizio di taxi, ovviamente abusivo, che quello d pusher. A incastrare i due spacciatori sono stati i carabinieri di Riccione che, domenica notte, si erano appostati nei pressi di una nota discoteca di Misano Monte per contrastare il fenomeno dei tassisti abusivi e dello spaccio. I militari dell'Arma hanno subito notato il pulmino attorniato di ragazzi che cercavano un passaggio per tornare in Riviera e, ascoltando le parole dei presenti, hanno capito che oltre al viaggio il conducente poteva offrire anche un altro genere di servizi. I carabinieri hanno quindi seguito a distanza il mezzo mentre, nel frattempo, hanno allertato i colleghi della Stazione di Misano per intercettare il taxi abusivo. Il pulmino, verso le 4, si è fermato davanti all'albergo dei ragazzi ed è stato li che è avvenuto lo scambio di stupefacenti facendo entrare in azione i carabinieri. I due marocchini sono stati bloccati e, dalle loro tasche, è spuntato un panetto di hashish da 100 grammi, la successiva perquisizione nell'abitazione dei nordafricani ha permesso di trovare altri 500 grammi della stessa sostanza, nascosti nella lavatrice, che hanno fruttato le manette ai due i quali sono anche stati sanzionati per l'attività di tassisti abusivi e il mezzo è stato sequestrato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento